Anche Romics salta direttamente al 2021. Le incertezze legate alla pandemia di Covid 19 hanno infatti indotto gli organizzatori della manifestazione capitolina ad annullare anche la seconda edizione 2020, come già accaduto con quella della scorsa primavera. Una decisione che segue quelle analoghe di Cartoomics e di Comicon, tra gli altri, passate al digitale, come farà anche – almeno in parte – la stessa Lucca.

«In queste settimane abbiamo riflettuto a lungo e valutato attentamente la possibilità di svolgere la consueta edizione autunnale attuando tutte le misure di sicurezza, prevenzione e contenimento dettate dall’emergenza collegata alla diffusione del Covid-19», spiegano dalla capitale. «Tuttavia, la situazione che si è determinata non ci consente allo stato attuale di assicurare l’evento che noi tutti conosciamo, pertanto siamo costretti ad annullare la tradizionale edizione autunnale in programma in Fiera di Roma dal 1 al 4 ottobre.

Ciononostante, a partire dal mese di ottobre, Romics ha in programma un palinsesto di eventi speciali con l’obiettivo di intrattenere il pubblico e continuare a sostenere le filiere produttive e cultuali del settoremettendo a disposizione, attraverso l’ecosistema digitale romics.it, mostre, webinar tematici ed incontri live con i grandi maestri del Fumetto, dell’illustrazione, dell’animazione, del cinema e dei games.

Con l’auspicio che si possa tornare quanto prima a vivere insieme Romics, il Festival Internazionale del Fumetto, Animazione, Cinema e Games, diamo appuntamento dall’8 all’11 aprile 2021 con la XXVII edizione in Fiera di Roma. Quattro giorni ricchi di contenuti con grandi ospiti, mostre, anteprime ed eventi speciali, e l’inizio dei festeggiamenti dei primi venti anni di Romics che celebreremo insieme a tutto il nostro pubblico».