«Tutti i lettori di fumetti, almeno una volta nella vita, sono incappati nelle comic strip. Alcuni hanno la casa invasa di volumoni di serie classiche, altri le hanno incontrate su linus o in qualche Oscar Mondadori recuperato su una bancarella dell’usato, altri ancora sul web, condivise sui social da qualche appassionato. E probabilmente anche i non lettori ci si sono imbattuti, sulle pagine di qualche quotidiano o della Settimana Enigmistica. È quasi impossibile per chi frequenta i fumetti non avere in mente questo formato, semplicissimo e versatile, che ha costituito la colonna portante dell’industria statunitense per quasi un secolo. Eppure, forse proprio per la loro ricchezza, non è facile destreggiarsi al loro interno. Le strip hanno una serie di tecnicismi, di formati propri, di regole di narrazione e impaginazione che rischiano di disorientare il neofita».

Comincia così una interessante panoramica sulla storia e le caratteristiche della striscia umoristica, vergata da Alberto Brambilla per Fumettologica.
E noi di Sbam! – che della striscia siamo grandi sostenitori, anche pubblicandole in molti dei nostri Sbam! Libri – come potevamo nn segnalarvi questo corposo, ma interessante articolo?
Lo trovate QUI: buona lettura!

Post correlati