Antoine Charreyron – Mario Alberti, Il Muro vol. 1 di 3 Homo homini lupus, 48 pp. a colori, Star Comics 2020, € 13,90

Siamo in un futuro post-apocalittico non troppo distante, in un mondo devastato dalla guerra tra le grandi potenze per accaparrarsi le ultime risorse naturali: due giovani, fratello e sorella, si trovano ad intraprendere un viaggio della speranza per potersi conquistare un futuro migliore. Lui è Solal, giovane ma esperto meccanico, lei è la piccola Eva, afflitta da una grave malattia.

Ci troviamo di fronte al primo capitolo di un’opera che promette di far parlare di sé a lungo, una grande prova d’autore per una firma italiana che si è già ampiamente affermata, tra Dragonero, Nathan Never e Spider-Man. Su un’idea del regista Antoine Charreyron, Mario Alberti è qui autore completo di testi e disegni, dando una ulteriore dimostrazione del suo essere un grande illustratore, per la particolarità delle definizioni visive e della sua colorazione (che – a mio avviso – ne fanno l’erede di leggende della Nona Arte quali Toppi e Battaglia).
L’autore ha una composizione di tavola che, seppur derivando dalla classica gabbia francese, si sviluppa ed adatta a seconda delle esigenze e dei ritmi narrativi, guidando letteralmente l’occhio del lettore nel viaggio di vignetta in vignetta.

Ma qui, come dicevamo, Alberti ricopre anche il ruolo di tessitore di trame, impugnando la cinepresa del regista in maniera egregia.
A metà strada tra Mad Max di George Miller e Conan Ragazzo del Futuro di Miyazaki, con tinte che ricordano l’iper realismo di Zack Snyder e un velo d’influenza alla Neon Genesis Evangelion, Mario Alberti ci presenta Il Muro come un’opera non solo d’intrattenimento, ma anche di lettura della società odierna: i muri tra i popoli, i viaggi della speranza, la cieca opulenza dell’Occidente nei confronti del Terzo Mondo e la crisi ambientale. La colorazione acquarellata delle tavole, che cambia tinte a seconda della situazione, contribuisce alla trasmissione dell’emotività dei personaggi.

Nulla da eccepire sul rapporto qualità/prezzo: Star Comics ha fatto un ottimo lavoro per questa edizione italiana.

Leonardo Monzio Compagnoni

Post correlati