Aleš Kot – Tradd Moore, Il nuovo mondo, 176 pp. a colori, saldaPress 2020, € 19,90

Scritto da Aleš Kot – uno degli sceneggiatori più eclettici e visionari del panorama contemporaneo, già ammirato su titoli come Zero (di prossima uscita sempre per saldaPress), Secret Avengers e Days of Hate – e disegnato da Tradd Moore – capace di ridefinire i confini del fumetto contemporaneo, come ha dimostrato con Ghost Rider e Silver Surfer Nero –, Il nuovo mondo è una distopica storia d’amore che sembra mescolare Mad Max, Matrix e Romeo + Giulietta, per raccontare il nostro presente e il nostro futuro imminente.
E lo fa servendosi di due personaggi appunto indimenticabili. Lei è Stella Maris, la seconda cacciatrice più popolare del reality I Guardiani. Dovrebbe riportare l’ordine in diretta tv e catturare (o uccidere) ogni giorno un criminale diverso, dopo la guerra civile che nel 2037 ha sconvolto gli USA, ma nella vita beve vino rosso mescolato alla Coca Cola ed è disordinatissima. Lui è Kirby Shakaku Miyazaki, è un hacker, odia I Guardiani, è astemio, non mangia glutine, è ordinatissimo e vuole sabotare il reality.
Sono single e niente al mondo potrebbe farli incontrare. Ma Kot e Moore l’hanno pensata diversamente.

Il nuovo mondo – proposto in Italia da saldaPress – racconta degli Stati Uniti diventati, dopo la Seconda Guerra Civile, un paese oppressivo e governato dal capitalismo più sfrenato, nel quale media e nuove tecnologie influenzano pesantemente le opinioni di una popolazione che ha scelto di sacrificare le proprie libertà individuali in nome di una feroce illusione di sicurezza. Ma l’incontro tra Stella e Kirby inceppa il meccanismo e tramuta la loro vita in una lunga e splendida fuga d’amore per la libertà e per la realizzazione di un nuovo mondo.

(dall’editore)

Post correlati