Ladro geniale e agile al punto di essere soprannominato il gatto, tempo fa Valentino aveva casualmente incontrato Diabolik. Ne era nata una breve collaborazione e una sincera simpatia. Simpatia condivisa dai lettori che, anni dopo, ne lamentarono la prematura scompars,a inviando alla redazione richieste di un ritorno del gatto, nella speranza che gli autori trovassero modo – e logica motivazione – per riportarlo in scena.
Alla fine loro, i lettori e i fan, l’hanno avuta vinta sulla morte e Mario Gomboli e Tito Faraci hanno confezionato questa storia “su misura” per il redivivo Valentino, e Giuseppe Di Bernardo l’ha disegnata con passione. Oltretutto riempiendola di gatti veri. Valentino il gatto era comparso nel 1972 nell’albo Un piano perfetto e ora è tornato! Lo troverete su Il Grande Diabolik nr. 1/2020, in edicola dal 30 aprile (Astorina, € 5,40).

A rendere ancora più unico questo volume è la breve storia disegnata da Giorgio Montorio Dietro il vetro. Sedici pagine che nascondono un segreto… “di-vino”.
È Mario Gomboli a raccontarcelo: «Capita spesso, durante gli incontri tra fan e fumettisti, che qualcuno chieda a Giorgio Montorio un “disegnino con dedica”. Lui si dimostra sempre disponibile: prende carta e matita e traccia con sicurezza sul foglio le fisionomie di Diabolik, Eva o Ginko, a seconda delle richieste. Dopo pochi minuti il disegno sembra finito in tutti i dettagli, e invece… Invece Giorgio intinge l’indice nel bicchiere di lambrusco che ha – regolarmente – davanti, e usa il dito come fosse un pennello per tracciare ombre e evidenziare punti di luce. Con questa originale tecnica (raffinata quanto difficoltosa, che non ammette errori o ripensamenti) sono state realizzate le tavole della breve storia che avete appena letto. Il risultato è affascinante, anche in bianco e nero, ma qui vogliamo mostrarvi l’effetto cromatico, almeno in una vignetta, ricostruendole le fasi creative: schizzo preparatorio, matita e aggiunte del tocco di vino».

Non bastasse, questo albo ospita anche un particolare racconto di Tito Faraci e Elia Bonetti, in cui, per la prima volta, non è Diabolik il protagonista.

SPECIALE IL GRANDE DIABOLIK 1/2020
Tutte le vite di un gatto
Soggetto: M. Gomboli e T. Faraci
Sceneggiatura: T. Faraci
Disegni: G. Di Bernardo

Un altro io
Soggetto: T. Faraci
Sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: E. Bonetti

Dietro il vetro
Soggetto: T. Faraci
Sceneggiatura: T. Faraci
Disegni: Giorgio Montorio

Copertina: G. Di Bernardo
Colore copertina: C. Ianniciello

196 pagine, formato 16,5 x 21,0 cm., 5,40 euro
Dal 30 aprile in tutte le edicole

(dall’editore)