Davide Barzi – Oskar, Eroticomiche, 80 pp. a colori, Cut-Up Publishing 2019, € 20,90

Scherzare sul sesso, riderci sopra e “giocarci” anche nelle situazioni più scabrose: quelle di Davide Barzi sono pure barzellette, di quelle che si raccontano tra amici quando la serata volge al termine, tra allusioni, equivoci, situazioni assurde e atti sessuali più o meno umanamente plausibili.

Barzellette adattate al medium-Fumetto dall’autore, in tavole autoconclusive affidate alle eccellenti matite di Oskar, che riesce a rendere situazioni decisamente… “porno” con un tono così lieve da fartelo dimenticare (il porno)!

Le fanciulle in scena sono tutte procacissime, dagli occhioni languidi e dall’ingenuità disarmante. Gli uomini sono ovviamente tutti allupatissimi e pronti ad approfittare della situazione, anche se il più delle volte mal gliene incorre. Così, ci imbattiamo nel dentista che ha una curiosa concezione del colluttorio per la sua paziente, pranzi aziendali dai finali equivoci, segretarie, pittrici e perfino calciatrici che interpretano in modo personale la propria professione, meccanismi arditi per favorire gli incontri intimi e via dicendo.

I due autori hanno realizzato questi fumetti in varie occasioni per il mercato francese (come si nota facilmente dallo stile, che ricorda molto – ad esempio – quello di Dany), ed ora è Cut-Up a raccoglierle in volume tradotte nella lingua di Dante. Da leggersi a piccoli sorsi, tre o quattro barzellette di quando in quando, per un sorriso d’intervallo durante la giornata o per rinnovare il repertorio in attesa della prossima serata tra amici.

(Domenico Marinelli)