Appuntamento in libreria e in fumetteria per i fan di Zagor a dicembre, in occasione di tre nuove uscite dedicate allo Spirito con la Scure.

Moreno Burattini – Walter Trono – Stefania Aquaro, Zagor. Le origini – Il Giuramento, 80 pp. a colori, Sergio Bonelli Editore 2019, € 17,00

Ogni leggenda ha la sua origine. Zagor. Le origini – Il Giuramento, in uscita i 5 dicembre, è il secondo volume dedicato alle vicende che stanno alla base della leggenda del personaggio ideato da Guido Nolitta, raccontata con sorprendenti retroscena, inattesi per chi già credeva di conoscere i fatti, inquietanti e avvincenti per chi scopre le origini di Zagor per la prima volta.
In questa storia, scritta da Moreno Burattini e disegnata da Walter Trono, il giovanissimo Pat Wilding giura vendetta sulle tombe dei genitori uccisi dagli Abenaki guidati dal predicatore Salomon Kinski. Poi segue l’uomo che lo ha salvato, un trapper vagabondo e un po’ filosofo chiamato “Wandering” Fitzy… Cosa gli riserverà il destino?
La copertina è firmata da Michele Rubini.

Zagor Collana Scure, nnr. 3-4, 64 pp. in b/n, Sergio Bonelli Editore 2019, € 2,5

Sempre dal 5 dicembre è disponibile Notte di sangue, il terzo dei sei albi a strisce di Zagor Collana Scure, speciali da 64 pagine in formato 16×8 cm. Qui, al gruppo costituito da Zagor, Cico, i soldati che scortano il bandito Lowell e Sara Rowland, si unisce un giovane guerriero Oneida, Ombra Silenziosa, che si trova nella zona per indagare sulla sparizione di alcuni cacciatori della sua tribù. Ma ecco che dal nulla si materializzano creature misteriose e luminescenti… le stesse di cui parla il taccuino lasciato in una baracca di minatori da uno degli occupanti, anch’essi scomparsi. Soggetto e sceneggiatura sono firmati da Jacopo Rauch, disegni e copertina da Raffaele Della Monica.

Sempre a firma di Rauch e con disegni di Stefano Di Vitto e Raffaele Della Monica, il 21 dicembre arriverà in fumetteria e in libreria anche il quarto appuntamento della stessa serie, Il Piccolo Popolo.
I nostri riusciranno qui a respingere minacciose creature, che, prima di ritirarsi, rapiranno Sara. Zagor e i suoi amici, seguendo le loro tracce, giungeranno a una caverna conosciuta dai pellerossa come “la grotta dei totem” per via di una serie di mostruosi totem di pietra che si trovano al suo interno, resti di una antica tribù che abitava la zona in un lontano passato. Sul fondo della grotta si allarga però un profondo crepaccio che si perde nel cuore della montagna…

(dall’editore)