Viaggiare… ma sul sicuro – La sicurezza stradale nelle campagne pubblicitarie Pirelli tra gli anni Cinquanta e Sessanta – dal’11 al 17 novembre 2019 – Wow Spazio Fumetto, viale Campania 12, Milano – Ingresso libero

Il 13 dicembre 2017 la Commissione Lavori Pubblici del Senato ha approvato il decreto legislativo per istituzionalizzare anche nel nostro Paese la Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada. L’obiettivo della Legge è quello di avviare una concreta campagna di prevenzione, funzionale a una seria e fattiva riduzione dell’indice di mortalità lungo le strade del nostro Paese.
Proprio in quest’ottica di prevenzione la Polizia Stradale di Milano ha ideato grazie al supporto di Pirelli e in collaborazione con il settore didattico di Wow Spazio Fumetto – il Museo del Fumetto di Milano, ben noto a voi Sbam-lettori, che trovate in viale Campania 12 nel capoluogo lombardo – e di Fondazione Pirelli, una settimana di eventi dedicati alla sicurezza stradale: una mostra, tanti laboratori per le scuole, incontri e attività interattive, che racconteranno ai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori, ma anche ai loro genitori, le conseguenze dell’eccesso di velocità, del mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e, soprattutto, della distrazione durante la guida.

Per tutta la settimana del progetto, Wow Spazio Fumetto ospiterà al piano terra, all’interno della biblioteca, a ingresso libero, la mostra Viaggiare… ma sul sicuro – La sicurezza stradale nelle campagne pubblicitarie Pirelli tra gli anni Cinquanta e Sessanta.
Il percorso espositivo, realizzato grazie all’Archivio Storico della Fondazione Pirelli, racconta come, nel corso dei suoi quasi 150 di storia, Pirelli si sia da sempre dedicata al tema della sicurezza stradale: i pneumatici sono, infatti, l’unico punto di contatto tra il veicolo e la strada e rappresentano quindi il fulcro di tutti i suoi sistemi di sicurezza. Pirelli è stata infatti la prima azienda in Italia, dalla fine del 1800, a produrre pneumatici per biciclette e successivamente, nei primi anni del Novecento, quelli per le prime automobili fissando fin da subito tra i suoi obiettivi quello di promuovere un comportamento adeguato e rispettoso sulle strade. La continua ricerca e innovazione dedicata alla produzione di pneumatici sicuri sulle strade è stata quindi presto affiancata alla comunicazione di prodotto.
Per la realizzazione delle campagne pubblicitarie negli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento dedicate alla sicurezza stradale, Pirelli ha coinvolto i più grandi nomi della grafica italiana e internazionale, tra cui Riccardo Manzi, Bob Noorda, Max Huber e molti altri di cui è possibile vedere una selezione all’interno di questa esposizione.

Attorno alla mostra è prevista una nutrita serie di eventi, per la quale vi rimandiamo al sito dello stesso Museo Wow.