Un altro traguardo storico per Topolino, la rivista fumettosa più famosa del west.
I geniacci di Panini/Disney infatti hanno trovato un altro modo per lanciare un albo celebrativo, stavolta approfittando del numero palindromo: quello in edicola questa settimana è infatti il nr. 3333 della storica serie.

Certamente un numero molto importante e che ben poche pubblicazioni possono vantare, non solo tra i fumetti. Così eccolo qua, con una bella copertina stampata con effetto vellutatino, la celophanatura di rito (anche perché c’è in omaggio una strategica bustina di card dei Calciatori, sempre di casa Panini) e una storia a tema – breve ma godibilissima – griffata Fabio Michelini/Donald Soffritti: Zio Paperone e il tesoro 3333.

La parte più divertente è però la rassegna degli altri numeri a numerazione palindroma della storia della testata, dal “semplice” 11 (febbraio 1950) ai 111 e 999 (cioè i “trigemellari”), usciti rispettivamente nel 1955 (con cover di Mario Gentilini in persona!) e nel 1975. Il primo tetra è stato ovviamente il 1111 (1977) seguito dal 2222 (1998) fino all’attuale 3333. Per il 4444 bisognerà aspettare un po’, mentre per chiudere gli stessi tetra col 9999 ci vorranno 128 annetti. Il primo penta (cioè il nr. 11111) arriverà solo nel 2170 o giù di lì… Dunque mettetevi comodi.

Ancora una volta (l’ennesima…), auguri al Topo. Intanto, permetteteci di segnalarvi la presenza sull’albo di Un piccolo grattacapo, una delle ultime storie disegnate dal grande Luciano Gatto prima della sua uscita dalla rivista.

Post correlati