Attilio Micheluzzi, Siberia, 144 pp. a colori, Edizioni NPE 2019, € 22,50

La storia dei trent’anni più importanti della Russia attraverso la vita, i cambiamenti, le rinunce, i misteri e gli amori del conte Kovalensky, intellettuale e nobile che sposa la causa della rivoluzione.
Per essa lascia una ricca e scintillante San Pietroburgo per andare avventurosamente incontro a un eroico e tragico destino fra gli sterminati campi coperti di neve e i boschi di betulle della fredda Siberia.

Una lunghissima saga/biografia che vede protagonista Gabriel Kovalensky, ripercorrendo con lui tutto il periodo pre- e post-Rivoluzione d’Ottobre. Si segue il suo percorso da nobile e stimato studioso moscovita a prigioniero nei gulag siberiani sino a membro ufficiale dei Soviet. La sua vita sarà contraddistinta da innumerevoli vicissitudini di cui spesso e volentieri non ne sarà la causa diretta.

In quest’opera ritroviamo i marchi di fabbrica di Attilio Micheluzzi sia nella trama, con i suoi classici interloqui con i protagonisti, sia nello stile beffardo e nel tratto pulito e preciso, da vero maestro della linea chiara.

Una grande storia che Edizioni NPE propone per la prima volta assoluta in Italia interamente a colori, grazie al ritrovamento delle tavole originali da parte della Galleria Little Nemo.

(dall’editore)

Post correlati