Philippe Nihoul – Fabio Mantovani, Cixi la dama dragone, 56 pp. a colori, Mondadori Comics 2019, euro 8,99

Mondadori Comics prosegue la sua collana Historica Biografie, dedicata alle vite di grandi della storia opportunamente fumettate.
Questo volume in particolare ci porta nella Cina imperiale di metà Ottocento, sotto le mura della Città Proibita a Pechino.

Lui è il giovanissimo Li Lianying, mendicante che sopravvive in qualche modo sulla strada; lei la bella quindicenne Xhingsheng, carattere ribelle che mal sopporta la rigida educazione paterna. Insomma, un accattone senza famiglia e una donna, due categorie tra le più neglette nella società orientale dell’epoca (e magari non solo lì
e allora, ma questo è un tema che ci porterebbe lontani).

Come cambiare le cose? Come migliorare la propria situazione? In altre parole, cosa sei disposto a fare per raggiungere i tuoi obiettivi? Entrambi i ragazzi hanno le idee fin troppo chiare: così lei è disposta a farsi abbandonare dal padre e vendere come “concubina di ultimo rango” al palazzo dell’imperatore; lui finisce addirittura sul tavolo di pietra di due sordidi castratori (pardon, “creatori di usignoli”) pur di farsi accogliere tra gli eunuchi imperiali!

Una volta chiusi nelle sale di marmo, tra i due nascerà spontanea una proficua alleanza, che approfitterà di un imperatore imbelle e rimbecillito dall’oppio, e di una violenta guerra contro i colonialisti europei…

Non finisce qui, anche se per saperne di più dovremo aspettare la seconda parte su un prossimo volume (oh Mondadori, perché non annunci mai i tuoi calendari?).
Uno spaccato di piccola storia inserito sulla Grande Storia, come da manuale di questo genere letterario, scritto e sceneggiato da Philippe Nihoul, disegnato e colorato con maestria e ottima cura dei particolari da Fabio Mantovani.

(Domenico Marinelli)

Post correlati