Tino Chitò, L’ABC del disegno, 88 pp. a colori, Festina Lente Edizioni 2019, € 18,00

Certamente, di manuali di disegno se ne sono visti tanti, e tanti altri se ne vedranno. Ce ne sono di tutti i tipi, impostati per schede, oppure più descrittivi, basati su uno specifico personaggio o su un particolare autore, perfino con fumetti che spiegano come fare i fumetti.
Ma Tino Chitò, illustratore di lungo corso, con al suo attivo collaborazioni con svariate case editrici e decenni di insegnamento di disegno e pittura, propone questa sua versione, rivolgendosi direttamente all’aspirante disegnatore: «Tutti i bambini amano disegnare. È il modo più semplice per esternare la loro creatività», spiega egli stesso nell’introduzione al volume. «Ognuno di noi ha avuto un amico, fortunato e invidiato, particolarmente dotato per il disegno». Attenzione però: «Il talento da solo non basta, nel tempo va coltivato», il ché è sia un monito a chi si ritiene già bravo, sia un incoraggiamento a chi invece di talento ne ha poco: sono solo il lavoro e la costanza, la passione e l’esercizio a portare a un risultato adeguato.

Ed ecco perché Chitò va per gradi, scheda per scheda, consigliando tra le righe un parallelo tra l’evoluzione del tratto del disegnatore che impara e la storia dell’arte in generale, che si è evoluta più o meno allo stesso modo, dalle tecniche basilari più antiche all’oggi.

Non mancano certo i classici schemi anatomici del corpo umano e delle sue proporzioni, la forma del viso e la prospettiva, l’impostazione delle assonometrie e i “trucchi” per la composizione dell’illustrazione, il movimento e i dettagli.
A proposito di dettagli: l’autore non manca di soffermarsi su aspetti particolari e specifici, come il disegno delle mani o degli animali, o suggerimenti per realizzare rapidi schizzi dal vivo o con modelli reali. Ampia la panoramica sulle varie tecniche di disegno e di colore, tra matite, chine, pastelli, acquerelli, tempera, olio…, sempre con “dietro le quinte” ed esempi.

Un volumetto agile e preciso, proposto da Festina Lente Edizioni (editore ferrarese che ha già dimostrato molta attenzione al mondo delle Nuvolette, per esempio recuperando una gemma come il Gigitex del compianto Alberto Simioni), che potrà sicuramente costituire un’utilissima infarinatura per chi vuole avvicinarsi a questo mondo, anche solo per appagamento personale o per togliersi qualche soddisfazione. In bocca al lupo!

(Domenico Marinelli)