Mentre si festeggia a Gotham City, anche in Casa Marvel si celebrano lieti eventi: e anche qui – sulla scia dei vari matrimoni Reed Richards-Susan Storm, Ciclope-Marvel Girl (o Fenice, che dir si voglia), Uomo Ragno-Mary Jane Watson e via festeggiando – non c’è cerimonia senza intoppo.

La Cosa è finalmente mano nella mano con la dolce Alicia: una storia cominciata addirittura all’epoca Lee-Kirby e trascinatasi tra alterne vicende (per un po’ Alicia ha avuto un filarino perfino con la Torcia – ma non era davvero lei – per poi finire a zonzo per l’universo sulla tavola da surf di Silver Surfer – e stavolta era lei sul serio). Adesso pare proprio la volta buona, anche se il cattivaccio di turno questa volta è in famiglia, visto che il paparino della sposa è il cupo Burattinaio.
Il tutto si dipana tra due albi, quello in edicola adesso con la festa di addio al nubiato della sposina (ospite d’onore: l’Uomo Talpa, ma state tranquilli, non è nel ruolo dello spogliarellista) e quello in arrivo tra pochi giorni. Quindi Fantastici Quattro nnr. 389-390, ovviamente Panini Comics, a firme multiple, tra cui la “nostra” Laura Braga tra i disegnatori.

Tra i mutanti invece è successo qualcosa di diverso: i super-problemi regolamentari non sono arrivati dal supercattivaccio di turno, intenzionato a fregare i confetti dei “buoni”, ma da equivoci e ripensamenti dell’ultimo momento…
Sull’altare si trovano infatti mano nella mano Peter ‘Colosso’ Rasputin e Kitty ‘Shadowcat’ Pryde, altra coppia che ormai può quasi rivaleggiare con Topolino e Minni quanto a lunghezza del rapporto. Ma sul più bello, la dolce gattina degli X-Men si rende incorporea e svanisce nel nulla lasciando con un palmo di naso (metallico) il povero Colosso… Ohibò. Eppure la festa di matrimonio si è celebrata lo stesso. Salvo che… (no, niente spoiler, a quelli avevano già pensato a suo tempo i siti americani)

Se volete, trovate tutto su X-Men Oro nr. 16 (Panini Comics, 4,20 euro), uscito il giorno di San Valentino in edicola e fumetteria, a firma Kelly Thompson, Marika Cresta, Marc Guggenheim e David Marquez.

Ah, questi supereroi! In certe cose più sfigati di Paperino… Cin cin.

(Domenico Marinelli)