Barbara Yelin, Irmina. Quando la guerra ti cambia la pelle, 288 pp.  a colori, Rizzoli Lizard 2019, € 25,00

Negli anni Trenta del secolo scorso, Irmina, un’intraprendente ragazza tedesca, si trasferisce a Londra, dove incontra Howard, uno dei primi studenti di colore a frequentare Oxford.
Entrambi si sentono emarginati, stranieri in terra straniera. Nasce un legame profondo, ma la guerra, ormai all’orizzonte, li divide. La Germania cade sotto l’osceno incantesimo di Hitler e Irmina, tornata a Berlino, scopre quanto siano fragili i propri ideali.
Che cosa succede quando la paura della povertà condiziona le nostre scelte?

Con il suo segno pittorico e vitale, Barbara Yelin – artista tedesca al suo esordio in Italia – risponde a questa domanda, delineando un dramma intimo e devastante che va oltre la sua cornice storica e investe la nostra attualità.

(dall’editore)

Post correlati