Bao Publishing sarà presente a Lucca Comics & Games 2018 (31 ottobre-4 novembre), nel Padiglione Editori in piazza Napoleone.
Con questo comunicato, l’editore annuncia il suo programma

, che parte dai due titoli che saranno premiati col Gran Guinigi.

«Bao Publishing conquista il premio al Miglior Graphic Novel per La mia cosa preferita sono i mostri di Emil Ferris e il premio al Miglior Sceneggiatore a Jeff Lemire per la serie Black Hammer.

Lo stand di quest’anno è dedicato a Skottie Young in occasione della conclusione della sua amata serie Odio Favolandia. che arriva al quarto e ultimo volume nell’edizione italiana Bao. Il design verrà inoltre arricchito dai personaggi degli autori ospiti, l’effetto finale si potrà vedere solo dal vivo.

Allo stand saranno presenti per firmacopie gli autori italiani: Zerocalcare, Leo Ortolani, Alessandro Baronciani, Teresa Radice e Stefano Turconi, Maicol&Mirco, Ilaria Palleschi, Nova, Daniel Cuello, Francesco Guarnaccia, Elisa Macellari, Veronica Carratello, Giulio Macaione, Capitan Artiglio, Marta Baroni, Stefano Simeone e Francesco Savino, Jacopo Paliaga e French Carlomagno.
Saranno ospiti allo stand anche gli autori internazionali: Skottie Young, JM Ken Niimura, Bertrand Gatignol, Thomas Campi, Gregory Panaccione.

Verranno presentati in anteprima sei nuovi titoli:
Cinzia di Leo Ortolani, il primo romanzo grafico inedito dell’autore, che svela la storia di Cinzia Otherside il postino transgender fra i personaggi più amati della sua serie Rat-Man;

Negativa di Alessandro Baronciani, una storia inedita dai risvolti dark ambientata nel mondo della moda, sensuale e inquietante, con nuove soluzioni cartotecniche;

Tosca dei boschi di Radice e Turconi, l’amata coppia artistica torna con l’avventura di una giovane indomita protagonista nella Toscana del Rinascimento;

Odio Favolandia 4 di Skottie Young, il volume finale dell’acclamata serie fantasy-splatter in cui la perfida Gert, trentenne intrappolata nel corpo di una bambina, deve evadere dal regno delle favole;

Nina che disagio di Ilaria Palleschi; il racconto di formazione di una ragazza impacciata, timida ma spassosa, in cui tante possono identificarsi;

Descender 6 di Dustin Nguyen e Jeff Lemire, l’ultimo capitolo della rivoluzionaria saga di fantascienza robotica magistralmente disegnata ad acquerello».

Post correlati