Abbiamo ancora qualche scatolone fuori posto, ma ormai possiamo dichiarare chiusa la Sbam-operazione-Brianza: la nostra partecipazione alla kermesse di Desio (MB), nell’elegantissima location del parco di Villa Tittoni, infatti, è andata oltre la semplice presenza tra gli standisti, visto che abbiamo avuto una parte attiva anche nell’organizzazione della parte più fumettosa della manifestazione.

Come spiega saggiamente Chris Bona – il direttore artistico di Brianza Comics, che abbiamo intervistato per l’ultimo numero della nostra rivista digitale – tutte queste iniziative, che recano il suffisso Comics nel nome, in realtà intendono rivolgersi a tutto il mondo nerd, ovvero quello degli appassionati all’entertainment in generale e in tutte le sue forme: quindi, sì al Fumetto, ma anche (e soprattutto, giudicare dai numeri) al cosplayer, al cinema, ai grandi fandom (da Harry Potter a Star Wars, dal mondo cine-Marvel ai Ghostbusters…).
Ma visto che noi – che a nostra volta abbiamo Comics nel nome – è proprio al Fumetto che siamo più interessati, siamo stati ben lieti di rimpolparne la porzione di Brianza Comics, portandovi la nostra produzione libraria e invitando con noi il grande Moreno Burattini per incontrare il pubblico degli zagoriani (e non solo), proprio come hanno fatto Giampiero Casertano, Angelo Stano e Davide La Rosa con i dylandoghiani (grazie ai buoni uffici dell’associazione culturale dei Dylandogofili, di Gianluca Curioni in particolare).

Tirando le somme, al nostro stand abbiamo incontrato parecchi appassionati di “puro” Fumetto, che si sono volentieri intrattenuti a fare due chiacchiere con gli autori di alcuni dei nostri Sbam! Libri: a cominciare dalle new entry, Filippo Pieri/Cryx Corsani (autori di Viviane l’infermiera) e Gianluca Girelli/Nastasia Kirchmayr (Western Glory Delivery Service, mostrato per la prima volta al pubblico proprio a Desio), oltre a Ilaria ‘Zim’ Facchi (Opono), Mario Airaghi (I Chinson) e il duo Giorgio Sommacal/Laura Stroppi, intenti ad autografare le copie di Rapa & Nui e di Ghigo lo Sfigo.

Domenica pomeriggio, poi, è giunto tra noi Moreno Burattini: Sbam-Antonio lo ha intervistato per il pubblico della lussureggiante sala conferenze di Villa Tittoni (foto in apertura), indagando sulla sua tripla attività. Quella più nota è certamente la sua opera di sceneggiatore di Zagor e di curatore della testata dello stesso Spirito con la Scure per Bonelli; ma Moreno è anche autore poliedrico di racconti e di aforismi umoristici e soprattutto (per noi) prefatore di molteplici pubblicazioni (come dice sempre, ha fatto più introduzioni lui di Rocco Siffredi), tra cui ben tre dei nostri titoli. Se volete, un bel resoconto dell’intervento è stato redatto da Baltorr sul suo blog zagoriano.
A incontro concluso, Moreno – con tanto di Sbam-maglietta e Sbam-berretto indosso – si è fermato con noi per firmare (definizione sua) «disegni buffi» fatti al momento.

Tutto attorno a noi, i giovani artisti della Self-Area, ma anche tutto il resto del mondo nerd di cui sopra, tra karaoke per ragazzi, cosplayer a profusione, musica, concerti, salamelle e incontri di wrestling.

Come si dice in questi casi, grazie a tutti gl intervenuti, grazie a tutti i lettori che hanno apprezzato i nostri libri, grazie agli ospiti e grazie agli organizzatori di Brianza Comics. Pronti per nuove avventure.

Post correlati