Brandon Thomas – Juan Gedeon, Horizon, vol. 2, Ricordo, 136 pp. a colori, saldaPress 2018, € 14,90
Antony Johnston – Justin Greenwood, The Fuse, vol. 3, Perielio, 160 pp. a colori, € 14,90

SaldaPress prosegue le sue nuove collane etichettate Skybound: Horizon e The Fuse, con i  volumi proposti in edicola e fumetteria.

Di Horizon è in libreria il secondo volume: «Alcuni abitanti del pianeta Valius, guidati dal comandante Zhia Malen, sono arrivati sulla Terra per sventare una minaccia che potrebbe mettere in pericolo il loro pianeta: devono impedire che noi terrestri ci muoviamo. O meglio, devono impedire che andiamo su Valius, facendo quello che ci riesce meglio: portare morte e distruzione», spiega la sinossi della serie, scritta da Brandon Thomas e disegnata da Juan Gedeon.
Questa seeconda parte «distribuisce nuove tessere del mosaico narrativo sul tavolo, intrecciando passato e presente di Valius e della Terra, e portando in scena nuovi, fondamentali personaggi. Zhia, dopo aver sferrato il primo devastante attacco, può dare un volto e un nome al suo principale nemico: Kepler. Tuttavia, la sua ultima vittoria è stata offuscata dai sacrifici che la sua squadra ha dovuto compiere. Adesso, però, se lei e i suoi desiderano tornare su Valius, devono sopravvivere alla super-tempesta del secolo. E tenere conto della volontà del consigliere Ryttell, uomo di potere e di peso, il cui parere su Valius è tenuto in grande considerazione. Il destino che attende la Terra, probabilmente, è molto diverso dal previsto e neanche i terrestri ne sono a conoscenza. Forse, la fine è più vicina di quanto si pensi. Anche di quanto non pensi Zhia».

È già al terzo volume, invece, la saga di The Fuse: «Sulla gigantesca stazione orbitante conosciuta come Fuse, gli abitanti vivono su livelli diversi: più si sale e ci si avvicina alla parte superiore, più si è importanti. Al 50° livello vivono i ricchi, i potenti, coloro che possono affacciarsi direttamente sullo Spazio circostante. Una volta all’anno, però, tutti possono salire al 50°. Accade in occasione del perielio, il giorno in cui la stazione è più vicina al Sole, il giorno in cui tutti festeggiano e tanti, tantissimi, danno di matto. Il giorno in cui per i detective Klem Ristovych e Ralph Dietrich ci sono più lavoro e più gatte da pelare».
Sulla serie space-noir a fumetti, scritta da Antony Johnston e disegnata da Justin Greenwood, «continuano le avventure dei due investigatori: una donna che è arrivata sulla stazione orbitante al momento della sua fondazione e ha contribuito a costruirla, e un giovane di origine tedesca, che ha un misterioso passato sulla Terra. Il loro affiatamento è cresciuto nel tempo e ora devono indagare su una serie di omicidi che sembrano essere legati proprio alla festa del perielio, a quella strana follia che si impadronisce delle persone quando il Sole è più vicino al Fuse».

Post correlati