Sono ancora nell’aria gli echi dell’ultima edizione del Comicon di Napoli: il nostro SbamDaniele ha assistito live allo “scontro” tra due mostri sacri delle Nuvolette italiche come Milo Manara e Tanino Liberatore

—–

Sul ring del Comicon si sono affrontati a colpi di disegni due leggende fumettistiche del genere eros: Milo Manara e Tanino Liberatore. A moderare la gara è stato Tito Faraci che, durante le performance, ha giocato (e distratto…) i due artisti, posizionati in modo che nessuno dei due potesse vedere il lavoro dell’altro fino alla conclusione.

La prima delle tre sfide è stata quella di disegnare una scimmia mentre sta mangiando… una pizza! Un assist per Liberatore, visto il suo recente libro Lucy (pubblicato dalla stessa Comicon lo scorso dicembre, con protagonista un primate). Ed effettivamente, Manara è parso più in difficoltà nella prova…

Il maestro di Miele si è comunque rifatto nella seconda gara: Faraci ha chiesto ai due artisti di disegnare Biancaneve con… sette cani, in una rielaborazione della celebre favola. Milo ha utilizzato le matite,  Tanino ha preferito il carboncino: ciascuno con il proprio stile, i “contendenti” hanno presentano due ragazze in pose (ovviamente) erotiche, dove quella disegnata da Manara ricordava indiscutibilmente proprio Miele.

Per il gran finale, è stato richiesto un ritratto: ciascuno dei due avrebbe dovuto ritrarre l’altro. Manara, con aria seria, si è messo al lavoro, realizzando un volto molto “in linea” col vero Liberatore; il lato di Tanino, invece, ha suscitato grande ilarità, visto che l’artista stava realizzando un ritratto di Milo con un rigoglioso seno!

Una sfida sul ring non senza né vincitori e ne’ vinti: Manara e Liberatore hanno dato vita ad uno “scontro” epocale, tra due artisti dalla caratura mondiale, che certamente resterà nella storia della manfestazione napoletana!

(Daniele Marazzani)

 

Post correlati