Ha animato Napoli per quattro giorni di fila la più grande kermesse fumettosa del Sud Italia: ottima affluenza di pubblico, mostre di livello e ospiti internazionali.

Per la precisione, «150.000 visitatori, più di 300 ospiti, circa 600 eventi realizzati tra fumetti, cinema, serie tv, videogiochi, giochi di ruolo e performance live, oltre 350 espositori per un’area di oltre 85.000 mq distribuiti tra 8 padiglioni, spazi esterni della Mostra d’Oltremare, il Teatro Mediterraneo  e l’ETES Arena Flegrea», spiega il comunicato finale dell’organizzazione.

Tra i momenti più importanti, sicuramente l’incontro pubblico di Frank Miller e Milo Manara (nella foto in apertura), che hanno annunciato una futura collaborazione, forse per un episodio di Sin City.
Ma il popolo del Comicon ha potuto trovarsi faccia a faccia anche con i vari Lorenzo Mattotti, Vittorio Giardino, José Muñoz, Brian Azzarello e Mike Allred, oltre a Zerocalcare, Sio, Leo Ortolani, Tanino Liberatore, Roberto Recchioni…

In più: undici mostre (tra cui Lorenzo Mattotti. Seguendo le tracce, aperta fino al 27 maggio al Museo Pignatelli), oltre 30 proiezioni cinema e tv e numerosi eventi (tra gli altri, ancora Manara protagonista di una sfida “su ring” con Lorenzo Mattotti), molti dei quali anche nel fuori-Salone di Comicon(Off).
Quanto basta per restare volentieri in attesa della prossima edizione.