Mamma mia, quanto lo abbiamo aspettato! Anche noi, come intere legioni di fans, eravamo curiosissimi di vedere il nuovo episodio vendicativo dell’MCU, la quadratura del cerchio di una fase durata anni e che porta a compimento parecchi sottotrame sospese.

NON vogliamo spoilerare nulla: ci limiteremo a riassumere ciò che tutti già sanno, giusto per ambientare il discorso.
Il folle titano Thanos vuole ridipingere l’intero universo secondo il suo schema, che prevede gioia e felicità per tutti… attraverso il genocidio della parte eccedente gli esseri viventi, in modo che il cibo e le risorse bastino per tutti. Per farlo, ha bisogno delle gemme dell’infinito, pietre cosmiche che detengono i poteri assoluti del creato (mica un prosciutto!).
Queste pietre sono dislocate in ogni dove: alcune di esse erano già comparse nei film precedenti (anche se  magari si chiamavano in altri modi). Gli eroi dovranno quindi darsi da fare per fermare il piano del fetentissimo gigantone. Più facile a dirsi che a farsi…

Partono da qui diverse trame (più o meno una per gemma) che si alternano sullo schermo, fino a congiungersi nel mega-finale: questo film è così di fatto una intera serie condensata in un solo episodione, che ci porta dalle profondità del cosmo alla Terra, da pianeti arcani al Wakanda, da dimensioni mistiche a grandi scazzottate molto materiali.
Eravamo già abituati a guardare i cinecomics Marvel come maxi-episodi di una sorta di grandiosa serie tv, che si dipana nelle sale nell’arco di anni. Qui siamo ormai ben oltre.

Ergo: spettacolarità allo zenith, azione al cardiopalma e colpi di scena, fino a un finale che – davvero – non ti aspetti.

Di contro: tra Iron Man, l’ex Capitan America (alias Steve Rogers, senza più la sua maschera storica), Thor, Loki, Hulk, Spider-Man, l’ex Winter Soldier e la Vedova Nera, il Dottor Strange e i Guardiani della Galassia, passando per Black Panther e il suo pantheon di guerrieri scelti, la coppietta felice Visione-Scarlet e un buon numero di comparse (tra cui citiamo Wong, Falcon e War Machine), la gente cui dar retta è davvero troppa e i riferimenti pregressi da riannodare troppo intricati.

Il peggio è che soprattutto si mescolano e alternano generi troppo diversi: dalla drammaticità di un Capitan America o dalla solennità del regno del Wakanda, si passa alle atmosfere scanzonate ereditate dai Guardiani della Galassia e (sigh…) dall’ultimo Thor, con battutine di umorismo spiccio, passando per drammi psico-familiari (Thanos e figliola), dilemmi sentimentali (la Visione e Scarlet, Star-Lord e Amora), mestizie adolescenziali (Spider-Man) e scontri dialettici fra iper-egocentrici (i due ex Sherlock Holmes, Stark e Strange).

Un minestrone eccessivo (a proposito: sorvoliamo sulla moralina ecologica di fondo…), da cui esce veramente male Hulk (una pallida idea del personaggio “vero”, che prosegue e conclude l’opera di distruzione partita in Ragnarok) e, per larghi tratti, anche Thor (che per fortuna recupera lungo la trama).

Come noto, il film si conclude con ampi punti interrogativi confezionati per portarci alla “seconda parte”, prevista tra un annetto, e con il solito siparietto post-titoli di coda (stavolta uno solo) che lascia presagire nuovi scenari del tutto inediti finora.

Quasi due ore e mezza divertenti e spettacolari. Ma se volete un bel film, beh, questa è un’altra cosa.
Comunque e sempre: lunga vita agli Avengers!

(Antonio Marangi)

Un film di Joe ed Anthony Russo – Con Josh Brolin (Thanos), Robert Downey Jr. (Iron-Man), Chris Hemsworth (Thor), Mark Ruffalo (Bruce Banner/Hulk), Chris Evans (Steve Rogers, ex Capitan America), Scarlett Johansson (Vedova Nera), Benedict Cumberbatch (Dottor Strange), Tom Holland (Spider-Man), Chris Pratt (Star-Lord), Chadwick Boseman (Black Panther), Danai Gurira (Okoye), Zoe Saldana (Gamora), Karen Gillan (Nebula), Tom Hiddleston (Loki), Paul Bettany (Visione), Elizabeth Olsen (Scarlet), Anthony Mackie (Falcon), Sebastian Stan (Bucky), Pom Klementieff (Mantis), Dave Bautista (Drax),Don Cheadle (War Machine), Benicio Del Toro (il Collezionista), Benedict Wong (Wong), Gwyneth Paltrow (Pepper Potts) – Titolo originale Avengers: Infinity War – Azione – Durata 149 min. – USA 2018 – Walt Disney – Uscita mercoledì 25 aprile 2018

 

Post correlati