In attesa delle varie versioni variant che saranno proposte nell’imminentissima Cartoomics, è in edicola il nr. 3250 di Topolino (Panini/Disney, € 2,50).
Un numero molto atteso, per almeno due ottimi motivi: la partenza della nuova saga di Pikappa e l’ennesimo (e nuovamente ottimo) incontro disneyan/bonelliano.

Nel primo caso, parliamo di Missione Corona!, testo di Francesco Artibani, disegni (molto adulti, bisogna dire) di Lorenzo Pastrovicchio e colori di Max Monteduro. Come dire: squadra che vince non si cambia!). Parliamo di una storia che si dipanerà nelle settimane a venire e che porterà il super-accessoriato papero in un bel pasticcio, a partire da un cantiere attorno alla Ducklair Tower.

Nel secondo, facciamo invece la conoscenza di una curiosa versione di Topolino, con una sorta di parrucchino biondo abbastanza improbabile, ma utile per dargli l’aspetto del celeberrimo Detective dell’Implausibile. Ebbene sì, questa volta a trasferirsi a Topolinia è stato Martin Mystère, in una nuova parodia a cavallo tra Disney e Bonelli supervisionata, per l’occasione, da sua maestà Alfredo Castelli. Testi e disegni sono di Casty, che piazza accanto a Topin Mystère la bionda Dinni Friulan (il gioco di parole sui cognomi di Minni e Diana è gustosissimo!) e il pippide di Neanderthal Scava, che si esprime con un unico verso gutturale, yuk! (ovviamente).
Dopo aver risolto, senza neanche impegnarsi troppo, i misteri di Mu e di Atlantide, quelli dello yeti e degli ufo, quello di Loch Ness e dei cerchi del grano, ora il valoroso Topin deve affrontare l’incredibile caso di Orobomis, la città che si sposta di qua e di là, nel tempo come nello spazio. Ovviamente, non manca il cattivo di turno a mettergli i bastoni fra le ruote, ahr! ahr! ahr!

Se volete saperne di più, il sito di Topolino ha diffuso un divertente video “dietro le quinte” tra gli stessi Castelli & Casty: per tutto il resto, bisognerà fare un giretto a Cartoomics.