I Postorici: Luciano Bottaro in mostra – fino al 4 febbraio 2018 – Museo Archeologico del Casentino, via Berni 21, Bibbiena (AR) – Orari: merc-ven 09.30-12.30; sab-dom 10.00-12.30/15.30-18.00 (lun-mar chiuso) – Ingresso col biglietto del Museo (€ 3,00)

I Postorici. Cronache del mondo dopo la guerra termonucleare inventate di sana pianta da Luciano Bottaro è una delle migliori saghe opere del grande autore che ha legato i suo nome a capolavori assoluti della storia del Fumetto umoristico italiano.

I Postorici parla di un’umanità che riparte dopo il disastro nucleare (siamo negli anni della Guerra Fredda): «La maggior parte della popolazione mondiale è stata dunque cancellata, il progresso tecnico e la civiltà, cosi come noi li conosciamo, si sono dissolti», come spiega il sito ufficiale dell’artista ligure; «i pochi sopravvissuti devono muoversi in un ambiente pericoloso e ostile, un mondo che ha subìto, a causa delle radiazioni, profonde mutazioni. La commedia che i cavernicoli bottariani recitano dalla loro prima avventura, con una popolarità mai venuta meno e una acutezza affinata negli anni, è tutta giocata sulla dicotomia tra la ragione, incarnata dal saggio e generoso Pitagora (che negli anni assumerà sempre di più il ruolo di protagonista), che ha compreso l’enormità dell’errore e cerca di impedirne la riproposizione, e la stolida acquiescenza, che trova un campione nel fatuo e godereccio, ancorché irresistibilmente simpatico, Professor Elia; il quale, stolidamente, nulla ha imparato dalla sua condizione di sopravvissuto all’olocausto nucleare».

È stata inaugurata sabato 16 dicembre 2017, presso il Museo Archeologico di Bibbiena (AR) una grande mostra di tavole originali tratte proprio da I Postorici e altro materiale: l’evento – curato da Giuseppe Scapigliati e Giovanni Nahmias – fa parte del ciclo Fumetti archeologici, proposto dallo stesso museo. L’ingresso alla mostra – visibile fino al prossimo 4 febbraio) è compresa nel prezzo del biglietto d’ingresso alla struttura.

Post correlati