I lanci librari di Sergio Bonelli Editore proseguono con due tomi dedicati rispetivamente a Dragonero e a Nathan Never. Ecco la sinossi dei due volumi (disponibili dal 30 novembre), fornite dall’editore.

Luca Enoch – Mario Alberti – Andres Mossa, Dragonero: Senzanima, 80 pp. a colori, Sergio Bonelli Editore 2017, € 16.00

Il Troll, il Carogna, la letale Siran, l’elfo Avedis, il Capitano: sono i membri della spietata banda dei Senzanima, a cui il giovane Ian, fuggito di casa, si unisce come mercenario. È l’inizio dell’avventura mozzafiato che tiene a battesimo una nuova collana di Dragonero, composta di storie dal taglio più cupo e adulto.
Questo volume, splendidamente illustrato da Mario Alberti e impreziosito da materiali extra, è stato presentato in edizione speciale in anteprima a Lucca 2017 e dà il via al racconto dei giorni in cui il giovane Dragonero si unisce alla famigerata compagnia mercenaria conosciuta come “i Senzanima“, iniziando a viaggiare e combattere in lungo e in largo per i territori imperiali durante il periodo dei Tumulti.
Scritto da Luca Enoch e disegnato da Mario Alberti, colori di Andres Mossa, Senzanima rappresenta il capitolo iniziale di una serie di prossima pubblicazione.

Antonio Serra – Roberto De Angelis – Daria Cerchi, Nathan Never: Doppio futuro, 256 pp. a colori, Sergio Bonelli Editore 2017, € 28,00

Nathan Never: Doppio futuro ci trasporta nel 2280 della nuova datazione, quando Amim Kelvan, medico di bordo dell’astronave Dakkar, viene proiettato indietro nel tempo di quasi duecento anni da un’anomalia spazio-temporale. Sarà lui a consegnare a Nathan Never la registrazione che in futuro servirà a dar speranza agli uomini nelle guerre tecnobiologiche contro i terribili tecnodroidi che, prossimi alla sconfitta, inviano a loro volta due agenti nel passato per uccidere Kelvan.
Questa storia, interamente colorata da Daria Cerchi per questa edizione, ha dato il via alla saga del Tecnodroidi, una trilogia che ha influenzato l’intero universo fantascientifico di Nathan Never. Testi di Antonio Serra, disegni di Roberto De Angelis.