Alberto Simioni, Il west di Gigitex, 248 pp., Festina Lente Edizioni 2017, € 16,99

La serie di Gigitex fu pubblicata con grande successo tra il 1971 e il 1990 sia in Italia sia all’estero sulle pagine dei periodici Piemme e Il Giornalino.
Nato sulla scia delle pellicole note come “spaghetti western”, Gigitex è un fumetto umoristico che nel west non esita a riproporre, trasfigurato, il “mondo piccolo” di certa provincia veneta con le sue figure tipiche (l’oste Nisio, il beone Clint, il giocatore Johnny Briscola, la maestrina Miss Lara, il dottore Houdine, il missionario Padre Gionata).
È dunque un west scanzonato e molto italiano quello in cui si sviluppano le gag e le avventure eroicomiche di Gigitex, il biondo pistolero dal cuore d’oro e dalla fama sovente sopravvalutata, e quelle oniriche del suo abbondante e ingombrante alter-ego Gigifat.
Oltre 200 pagine di humour frizzante, una manna per nostalgici e collezionisti e una fresca proposta da leggere tutta d’un fiato per i ragazzi d’oggi.

Alberto Simioni, appena diciassettenne, esordisce creando per una testata locale la strip di Don Gerone. Del 1969 è invece la nascita del personaggio western Gigi West che, dopo la pubblicazione in 6 puntate della prima storia ne Il Piccolo Missionario, l’autore ribattezza nell’episodio successivo Gigitex. Proprio Gigitex sarà il suo personaggio più noto e verrà pubblicato ininterottamente fino al 1990. Autore prolifico, negli anni Settanta-Ottanta, di pari passo con la realizzazione di Gigitex, Simioni crea varie serie a fumetti, tra queste ricordiamo La comparsa, Tony Zanòn, Padre Poi, CinaPing Pong, IvanCinaflashCinakidRino, angelo sì e noIl cavaliere Mark. Il 21 febbraio 1990, a soli 38 anni, Alberto Simioni si spegne.
Per ricordare la sua opera, sono state realizzate nel tempo diverse mostre (1991, 1997, 2006, 2009, 2014) e recentemente, nel giugno 2016, gli è stato dedicato un parco pubblico a Breganze (VI), il Comune in cui risiedeva.

(dall’editore)

Post correlati