Sarà in edicola dal prossimo 7 settembre la conclusione della storia che ha segnato il ritorno della bella Lupe sulle pagine di Tex.
Tutto è cominciato il mese scorso su Tex 682, quando una giovane fanciulla messicana gravemente ferita è giunta al villaggio dei Navajo. È molto bella, e non manca di mandare fuori giri il giovane Kit. Ma capita la stessa cosa anche al ben più attempato Aquila della Notte, visto che la pulzella gli ricorda immediatamente qualcuno…

Così, seduti attorno al fuoco, Tex ha l’occasione di rievocare la vecchia storia che lo legava alla battagliera Lupe, suo grande amore mancato, al fianco della quale affrontò il bieco don Iñigo. Uno scontro che mise in gravissimo pericolo i due figlioletti della ragazza. Adesso, molti anni dopo, è proprio Luz, la ragazza ferita, figlia ormai cresciuta di Lupe, a tornare a cercare l’eroe: laggiù in Messico ci sono nuovamente guai seri, provocati per di più dall’ultima persona dalla quale lei avrebbe mai pensato di doversi difendere…

Parte da qui Tex 683, (La prigioniera del deserto, settembre 2017, 112 pp in b/n, Bonelli Editore, € 3,50), storia di Mauro Boselli, disegni di un Alessandro Piccinelli che dimostra di trovarsi a splendido agio anche tra Arizona e Messico, e non solo a Darkwood.
Lettura egregia, con tutti gli ingredienti di un bel western, adeguatamente speziato e insaporito da quel tocco sentimental-nostalgico-maliconico che davvero non guasta…

(Antonio Marangi)

Post correlati