Agli appassionati di Fumetto, il suo nome ricorda immediatamente Diabolik: sì, perché Sergio Zaniboni è uno degli artefici dell’aspetto definitivo del Re del Terrore, del quale ha disegnato innumerevoli tavole e copertine; prima da solo, poi accompagnato dal figlio Paolo.

Il maestro è scomparso lo scorso 18 agosto a Giaveno, in Piemonte, ma la notizia è stata diffusa solo adesso. Aveva 80 anni.
«È inutile dire quanto sia stato importante per Diabolik, la sua opera parla per lui», ha scritto Astorina sulla pagina Facebook ufficiale di Diabolik.

I decenni di carriera di Sergio Zaniboni, però, non si sono “limitati” a Diabolik: da ricordare, sono sicuramente anche le sue collaborazioni d’esordio alla corte di Gino Sansoni, e quelle con Il Giorno dei Ragazzi,  il Giornalino, Orient Express e Comic Art, oltre che il suo Texone Piombo rovente, disegnato nel 1991 su testi di Claudio Nizzi – e il personaggio di Steam Rail, creato con Paolo. Ma l’elenco potrebbe continuare.

La Sbam-redazione si unisce al cordoglio generale di tutti i lettori e ammiratori del maestro Sergio.

Post correlati