Probabilmente, è il migliore dei personaggi “recenti” di Max Bunker: dopo i suoi eroi storici, alcuni dei quali sono sicuramente nel gotha del Fumetto italiano (due per tutti: Kriminal e Alan Ford), infatti, dalla penna dell’alter ego di Luciano Secchi sono uscite altre creature meno note al grande pubblico, ma con tratti distintivi sicuramente interessanti. Dagli anni Novanta ai primi Duemila, hanno visto la luce in sequenza Angel Dark, Kerry Kross, Beverly Kerr e Padre Kimberly, tutti accomunati dalla K (come del resto era per lo stesso Kriminal e per la sua “sorellina” Satanik), fino a Pepper Russell, che ha spezzato questa tradizione.

Per la collana I Grandi Maestri, la sempre attivissima Editoriale Cosmo ha recuperato Kerry Kross, la detective privata dalla pistola facile e dal passato oscuro, in una storia completa disegnata dal sempre ottimo Dario Perucca (chissà se lo vedremo mai su produzioni extra-bunkeriane…) negli anni Novanta.
La bionda protagonista deve qui fare i conti proprio con alcuni degli oscuri capitoli della sua vita precedente, sulle tracce della bella Melania Reynolds, la donna che ama: sì, perché Kerry ha orientamenti sessuali che, all’epoca dell’uscita di questa storia, faceva ancora un certo scalpore mettere in evidenza…

128 pagine di intrighi, che si leggono volentieri dall’inizio alla fine: l’albo è in edicola dal 31 luglio scorso, (collana Gli albi della Cosmo nr. 20, b/n, € 5,00), con l’eccellente copertina di un altro grande artista quale è Elia Bonetti.
Per i numerosi estimatori del semper-noster, un’occasione interessante.

(Matteo Giuli)