Eccolo in Italia, il megascontro tra due interi popoli del cosmo Marvel, entrambi “speciali”, entrambi potentissimi: gli Inumani e gli X-Men.

Come ben noto ai lettori delle molteplici saghe della Casa delle Idee, i problemi tra gli abitanti di Attilan e i mutanti sono parecchi, a causa delle nebbie terrigene: diffuse nell’atmosfera terrestre, gli arcani vapori hanno facoltà di potenziare chiunque possegga caratteristiche inumane nel suo DNA, ma anche – ahiloro – di uccidere (o comunque danneggiare gravemente) chi invece sia dotato di gene X.

Come conciliare dunque le esigenze di chi necessita delle nebbie per poter dar seguito alla propriaspecie e di chi invece – viceversa – deve evitarle a tutti i costi, pena la sua stessa vita? Non si può, appunto. In più, la morte di uno degli storici capataz mutanti, Ciclope, per mano dell’altrettanto storico re degli Inumani, Freccia Nera, non aiuta la situazione.

E per un Bestia che si prodiga, fianco a fianco con gli scienziati inumani, per trovare una soluzione al flagello, altri mutanti non sono così ben disposti al dialogo e vogliono distruggere la nube terrigena una volta per tutte.

Fiato ai corni di guerra, dunque, e che rullino i tamburi sul campo di battaglia: Magneto è fuori dai gangheri, Emma Frost piange l’amore perduto, Wolverine (sia nella sua incarnazione giovane e femminea, che in quella anziana extra-dimensionale) ha già sfoderato gli artigli e perfino Tempesta, solitamente molto diplomatica, ne ha piene le cotiche. Tacendo di Sabretooth

Sul fronte opposto, certo, non è che “giochino” delle mezze cartucce: tra Freccia Nera, la potentissima Medusa, e poi Crystal, Gorgon e Karnak, per citare solo i nomi più storici della ghenga, gli X-Men troveranno pane per i loro denti. C’è pure la Torcia Umana, che inumano non è, ma che comunque ha seminato troppi cuori infranti fin dai tempi più remoti tra le mura di Nuova Attilan per non sentirsi ad esse saldamente legato.

Incastrata tra Civil War II (sigh…) e l’imminente Secret Empire, mentre è già in vista anche l’operazione Marvel Legacy, questa Inumani vs X-Men (o IvX, per far prima) rischia di passare un po’ inosservata. E sarebbe un peccato.

Intendiamoci: niente di nuovo sotto il sole, anzi. Questi mega-scontri tra supergruppi sono ormai talmente all’ordine del giorno da stupire più o meno come una promozione di Poltrone&Sofà. Ma è comunque ben strutturata e dalla lettura godibile, sapientemente orchestrata da Charles Soule e Jeff Lamire, e più che adeguatamente illustrata da Leinil Francis Yu. La parte più intrigante è vedere i confronti diretti tra poteri quanto mai variegati, ma complementari, quali possono sfoggiare ambedue le fazioni.

La proposta editoriale è la solita di questi frangenti: una miniserie portante – IvX nr. 1 è uscito a fine luglio nella collana Marvel Miniserie (nr.185, Panini Comics, 64 pp. a colori, € 3,30) – e trame parallele nelle testate mutanti regolari, Gli straordinari X-Men e I nuovissimi X-Men, cui presto si aggiungeranno anche episodi su Deadpool e sulla nuova testata dedicata proprio agli Inumani, di prossima uscita.

(Antonio Marangi)

Salva

Salva

Salva