wilder-australiaIl portale Wilder si presenta come una nuova «etichetta indipendente fondata da Jacopo Paliaga e French Carlomagno» disponibile a questo link.

Ha esordito il 10 gennaio di quest’anno con la sua prima serie, la post-apocalittica Australia, scritta da Leonardo Favia e disegnata da Simone Di Meo: «2055: dopo il collasso della società civile, in seguito a una guerra di classe che ha raggiunto la scala mondiale, l’Australia civilizzata è composta da sette città, unici avamposti che garantiscono una vita sicura nel caos che si è scatenato nel resto del mondo», spiega la sinossi. «L’agente Somerset Maugham, assistito dalla recluta Felton, si trova a Perth per indagare su un misterioso omicidio, probabilmente a opera di terroristi che vogliono far saltare in aria le mura che difendono la città dal caos che allunga la propria ombra dall’Outback».

wilder-elliotTra pochi giorni, dal 17 gennaio, sarà possibile leggere anche Elliot, serie action-thriller creata da Jacopo Paliaga, Ludovica Ceregatti e Adele Matera: «Nel nostro mondo non esistono superpoteri. Non esistono persone in grado di volare, di resistere a un colpo di cannone, di lanciare raggi laser dagli occhi o di accartocciare un autobus come fosse una pallina di carta. A parte Elliot, tredicenne che vive assieme ai suoi genitori in una casetta a qualche ora di macchina da Londra. Da qualche mese, Elliot è consapevole di possedere una vasta gamma di poteri incredibili e inspiegabili e quindi, dubbiosi e spaventati, mamma e papà lo tengono chiuso in casa, spacciandolo per malato. Questo finché Elliot posta un video online. Un video che svela al mondo intero le sue capacità, attirando l’attenzione dei media e di un’inquietante figura vestita di bianco che comincerà a perseguitare lui e la sua famiglia…».

Già in programmazione le prossime serie: Black Rock (24 gennaio) e Il Cuore della Città (31 gennaio).

(dai comunicati stampa)