Da grandi fumetti derivano grandi parodie: così The Walking Dead è finito sotto l’acuminata matita di Leo Ortolani e dei suoi ratti.

the-walking-rat-panini«Il mondo è devastato e privato di ogni speranza. Un po’ come il sabato pomeriggio al centro commerciale» spiega la sinossi. «Niente più automobili, gente attaccata al cellulare, stress, paura delle malattie, paura di morire. Perché siamo tutti già morti. E come andrà a finire? È questo il succo di The Walking Rat, la saga Rat-zombie di Leo Ortolani che risponde alla domanda che da sempre assilla l’uomo: c’è umorismo, dopo la morte?»

Il volume cartonato di 160 pp a colori, edito da Panini Comics e disponibile a € 19,90, è «impreziosito dai colori di Lorenzo “Larry” Ortolani e da una copertina… da brividi» e raccoglie la trilogia ratto-horror dell’autore emiliano: The Walking Rat, La città dei morti viventi e Il trionfo dei morti viventi!.

Per presentare l’opera, Panini ha organizzato un tour per tutta Italia, che transiterà da diverse librerie Felitrinelli in questo mese di novembre. Già transitata da Ctania e Roma, queste le prossime tappe:

10 novembreBOLOGNA – Feltrinelli di P.zza Ravegnana, ore 18:00
15 novembreMILANO – Feltrinelli di P.zza Duomo ore 18:30
21 novembreBARI – Feltrinelli di via Melo 119 ore 18:30
22 novembreNAPOLI – Feltrinelli di P.zza dei Martiri ore 18:00

«L’idea di realizzare The Walking Rat nasce dalla mia personale passione per la serie a fumetti originale sugli zombie e anche per la successiva rielaborazione televisiva», ha dichiarato Leo Ortolani, come riporta il sito Panini. «I miei lettori sanno che non posso astenermi nel fare le parodie di ciò che mi piace, soprattutto prendendo ispirazione nel mondo dei fumetti e del cinema: insomma, ho dovuto rifarla a modo mio! Anche stavolta spero che Rat-Man sappia stupire, divertire e forse anche far pensare».

Salva

Post correlati