cinema_di_cartaCinema di Carta: Fumetti di Luca Salvagno – dal 5 novembre al 6 dicembre – Fabbrica del Vedere, calle del Forno 3857, Cannareggio (VE) – Orari: 17.00-19.00 (chiuso il martedì)

Hanno la stessa età il Fumetto e il cinema. Il primo – grazie ad un ragazzino dispettoso, Yellow Kid – è apparso nel paginone colorato domenicale del New York Journal dell’editore Pulitzer a partire dal 5 maggio del 1895. Il secondo ha convinto trentatrè spettatori a scendere in uno scantinato in centro a Parigi sabato 28 dicembre dello stesso anno: entrava per la prima volta in azione il Cinématographe Lumière.

Da quel momento i due linguaggi si inseguono e si collegano periodicamente con uno scambio di personaggi che trovano il massimo dell’apprezzamento quando il cinema ha imparato a dar vita, con il cartone animato, agli eroi disegnati.

Ma il Fumetto, imparentato con l’illustrazione, ha pure aiutato a raccontare la Storia. Qui da noi fu Enzo Biagi a sceglierlo per divulgare la storia d’Italia e del Mondo. E Luca Salvagno (Chioggia 1962) dopo liceo Artistico e Accademia di Belle arti, esordendo nel racconto disegnato nel 1988, ha fatto in tempo a collaborare agli aggiornamenti di quelle pubblicazioni. Lavorando sistematicamente per Il Messaggero dei Ragazzi e per il Giornalino: «Passando tranquillamente», come dice lui, «da storie umoristiche a storie d’avventura».

mostra-salvagnoSi è dedicato, in particolare, alle biografie giovanili di personaggi famosi, come San Francesco, Giovanna d’Arco, Walt Disney, Charlie Chaplin, Stan Lauren e Oliver Hardy. Questi ultimi tre particolarmente vicini alle finalità de La Fabbrica del Vedere.
Così, dal 5 novembre al 6 dicembre Cinema di Carta: Fumetti di Luca Salvagno – ovvero le circostanze dell’esordio dei comici che stanno alla base della storia del cinema (Piccoli Grandi uomini, La strana coppia) – saranno visibili in calle del Forno 3857, dalle 17.00 alle 19.00 (chiuso il martedì) le otto tavole originali (chine), insieme agli schizzi preparatori (matite) e alle indicazioni per la loro colorazione. E ancora le copertine dei periodici. Insomma tutti i materiali che un autore di fumetti deve saper gestire per soddisfare i suoi lettori. Con il valore aggiunto di parlar di cinema.

Luca Salvagno è docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico A. Corradini di Este. Cinema di Carta è dedicato a Piero Zanotto (e alla moglie Rossana) appassionato studioso e divulgatore di Fumetto e di cinema.

(comunicato dell’organizzazione)

Salva

Post correlati