È già alla seconda uscita la nuova rivista-contenitore proposta da Aurea Editoriale, fondendo in una sola testata le precedenti Lanciostory Maxi e Skorpio Maxi, lanciate lo scorso anno.

sbam-Lanciostory-skorpio-maxiÈ nata così Lanciostory Skorpio Maxi, che prosegue la numerazione della precedente serie LM e che mantiene la sua caratteristica di antologia vintage, recuperando miniserie storiche o “liberi” (i fumetti brevi autoconclusivi) di particolare interesse: il tutto però su una foliazione più ampia e con confezione brossurata.
Una formula che riporta all’attenzione di lettori vecchi e nuovi chicche altrimenti difficili da reperire. Come Hor il temerario, di Navarro e Zanotto, direttamente dal 1976, o Larry Mannino, il poliziotto di Collins e Fernandez, che ritroviamo in un episodio del 1975, o ancora Skorpio (Collins-Garcia Seijas), proprio l’eroe che “battezzò” la seconda testata della Casa e che rileggiamo in un episodio del 1978.
Sono gli anni Settanta infatti a dominare su queste pagine (anche se non mancano produzioni più recenti, come Corbett l’implacabile, western di Mazzitelli e Casalla, del 1992, e anche un inedito, I partigiani, di Lebovic e Jules), gli stessi anni in cui uscì Jugurtha, volume bédé completo di ben 44 pagine firmato da Vernal e illustrato da un giovane Hermann, che occupa la parte centrale della rivista.

Pubblicazione interessante, soprattutto per il suo valore storico: peccato solo per la grafica solo abbozzata – che pure vuole mantenere a sua volta il sapore vintage – e per una cura non eccessiva per la correzione di bozze (!).
Questo numero, attualmente in edicola, è il nr. 14 – secondo della nuova formula – mensile, agosto 2016, 148 pp colori e b/n, brossura, € 4,90.

(Matteo Giuli)

Salva

Salva

Post correlati