sbam_NathanNever-AnnoZero2I festeggiamenti per il venticinquesimo compleanno di Nathan Never proseguono: così come prosegue la miniserie Anno Zero (nr. 2, L’inizio della notte, 96 pp in b/n, Bonelli Editore, luglio 2016, € 3,50) che continua a scavare (e a rivelarci) il passato del nostro musone preferito.
Come tutti ben sappiamo, alla base del suo carattere e del suo agire c’è la tragedia familiare che lo colpì anni addietro, provocando – tra le tante altre conseguenze – il candore del suo crine. Proprio questa tragedia è il fulcro di questo secondo episodio, ora riletto però da un punto di vista nuovo, che getta luce nuova sulle origini di una certa Agenzia di certi agenti speciali che ben conosciamo.

Impossibile dire altro su questo numero – particolarmente cyber-spaziale – senza rivelare troppo.
Ci limiteremo a sottolineare, quindi, che il maestro Bepi Vigna è riuscito a creare una classica saga poliziesca che non può che non farvi attendere con ansia il “come va a finire”. Anche considerando che – a proposito di maestri – i disegni sono di Roberto De Angelis.

In un personaggio che ha nel suo vivere nel futuro (chissà quanto futuro) la sua principale peculiarità rispetto al resto del multiverso bonelliano, pare proprio invece che gli aspetti più intriganti vengano… dal suo passato!

(Domenico Marinelli)