Il clamore della notizia dell’annullamento del progetto Kriminal da parte di Mondadori Comics non si placa e sui social chiunque vuole dire la sua.
Quest’oggi però è intervenuto nell’agone direttamente Max Bunker – creatore del personaggio e titolare dei diritti di utilizzo dello stesso – tirato in causa da molti dei commenti e delle congetture.

Ecco cose scrive sulla sua pagina Facebook:
kriminal-mondadori«Ho appena letto il comunicato della Mondadori comics che annunciava “… non ci è possibile proseguire il progetto (collana Kriminal) poichè la realizzazione della serie si è rivelata molto complessa”.
A conferma del detto “la madre degli imbecilli è sempre incinta” ho letto diversi commenti sul web da delirio, di ottusità astrale, dei soliti ignoranti che non perdono occasione di dimostrare l’entità del loro non sapere.
Ci sono però anche quelli appassionati ed educati che vorrebbero avere un quadro più delineato. Io non posso parlare per la Mondadori perchè la loro decisione va rispettata, ma l’accaduto NON dipende certo da Max Bunker. Il contratto tra Max Bunker-Mondadori era relativo al Kriminal originale, quello scritto da Max Bunker e poi disegnato da Magnus, Romanini e Perucca. E così è stato. Inoltre Max Bunker concedeva la possibilità di fare una serie ex-novo (non un obbligo) nell’ambito della durata del contratto esigendo di avere la approvazione dell’autore sulla sceneggiatura, che è stata data.
Poi il discorso riguarda solo la Mondadori e le problematiche interne, la gestione del lavoro che so per esperienza essere complessa ed articolata e valutazioni che solo a loro aspettano e che nessun altro può permettersi di confutare.
L’unica cosa che ci accomuna è il dispiacere di non vedere una serie “diversa “ di un personaggio che ha fatto la storia del fumetto italiano. Tutto il resto è silenzio».