… Qui ci vuole Nick Carter!
Anche senza scomodare l’infallibile detective di bonviana memoria, alla Bonelli si sono accorti con raccapriccio della mancanza del nome di Enrico Lotti tra le gerenze dell’ultimo numero di Martin Mystère (il 344, Il barone di Munchausen, aprile 2016).

Il prode Enrico, Sbam-amico della prima ora, è infatti co-sceneggiatore della storia, in tandem con il BVZA Castelli, poi disegnata dagli Esposito Bros., ma per imperscrutabili motivi non è stato citato né in seconda di copertina, né sotto il titolo di apertura.
Per porre rimedio, il sito bonelliano ha reso scaricabile questa opportuna pecetta, che ciascuno potrà scaricare, stampare e applicare sul suo albo, «realizzando un interessante pezzo che lascerà perplesso chi, tra molti e molti anni, lo acquisterà su una bancarella dell’usato».
La pubblichiamo anche noi a vostro uso e consumo, per contribuire a riparare il bieco torto e approfittare per salutare Enrico!

TESTI_CASTELLI_E_LOTTI