«Caro Gallieno,
lo so che cosa mi vorresti dire, in questo primo giorno senza di te.
Lo so, perché ti conosco. 
E in effetti è come se le cose che sto per scrivere tu me le dettassi da chissà dove (ma sicuramente da un luogo incantato)».

Comincia così la lettera al grande Gallieno Ferri, scomparso pochi giorni fa, scritta da uno che lo conosceva molto bene: Moreno Burattini, curatore della testata di Zagor e sceneggiatore di innumerevoli storie dello Spirito con la Scure. Una lettera che ci rivela molte cose dell’uomo e del maestro Gallieno Ferri. Potete leggerla QUI, sul blog Freddo cane in questa palude.

Post correlati