Alla fine è arrivato! Come previsto, nell’ambito della collana dei SuperFumetti mondadoriani, ecco finalmente anche il volume dedicato a Marzolino Tarantola, altro eroe del grande Bonvi, nato appositamente per SuperGulp! negli anni Settanta.

Negli anni attorno alla Prima Guerra Mondiale, un distinto nobiluomo inglese, dai modi forbiti e dallo spiccato gusto per l’avventura, decide di iscriversi all’incredibile gara automobilistica San Francisco-Parigi (!). Si tratta di Marzolino Tarantola, che si presenta allo striscione di partenza in compagnia del fidatissimo, formalissimo e attrezzatissimo maggiordono Alfred – non dice nulla senza il preambolo «Se il signore permette» e riesce a servire il tè nella situazioni più estreme – e dal peculiare Enrico, erculeo individuo decisamente poco intelligente (non parla neppure, se non a versi gutturali), ma dalla forza smisurata e dalla fedeltà incrollabile, l’equipaggio della spedizione. Come il nobiluomo abbia potuto mettere insieme un duo di aiutanti tanto eterogeneo non è dato sapere.
sbam-Marzolino-TarantolaBen presto, nello sviluppo della gara, si evidenzia la rivalità con l’unico altro team all’altezza del “nostro”, il duo del diabolico professor Moriatry e del suo aiutante Perfidio, tanto imbranato quanto devoto alla causa del suo padrone. Inutile dire che i due sono assolutamente scorretti, ed è proprio dai loro piani machiavellici che nasceranno le più diverse situazioni: nei villaggi del West come nel centro di New York, a bordo di dirigibili contro i pirati dell’aria come nelle profondità oceaniche, e perfino… nel mezzo della fattoria McKenzie, tra Lupo Alberto e la gallina Marta (erano gli anni in cui il giovane Silver collaborava col maestro)…

Bonvi si è sipirato al personaggio dell’Ottocento francese Saturnino Farandola e al film La grande corsa (Blake Edwards, 1965). e ha sfoderato qui tutto il suo umorismo, sfruttando cavalli di battaglia consolidati (il trio Marzolino-Alfred-Enrico ricalca in tutta evidenza quello di Nick Carter-Patsy-Ten), con trovate estemporanee in rapidissima sequenza. E non c’è da sorprendersene: come accennavamo, il personaggio era nato su misura per SuperGulp!, servivano dunque storie molto “dense”, adatte al mezzo televisivo e ai pochi minuti di ogni episodio.
Per questo motivo, la lettura della versione a fumetti risulta non ottimale: molte inquadrature sono ripetute, riprese e zoomate su un dettaglio o su un altro, talvolta perfino un po’ statiche, proprio perché elaborate pensando al successivo passaggio della ripresa “mossa” con l’aggiunta dell’effetto sonoro. Chi ricorda SuperGulp! non avrà difficoltà a comprendere come leggere queste vignette; gli altri portino pazienza e si godano in tutto e per tutto la magia bonviana.

Come tutti gli altri della collana, anche questo volume è in edicola, libreria e fumetteria grazie a Mondadori Comics; è in bianco/nero, di 128 pagine, e costa 4,90 €, spesi ottimamente.

(Antonio Marangi)

Post correlati