«Con tutto quello che abbiamo preparato per Lucca Comics 2015, è passato in secondo piano quello che forse era l’appuntamento più importante, e cioè l’uscita del centesimo numero di Scuola di Fumetto!
100, ne siamo orgogliosi ed è un numero significativo. Un numero speciale, non solo per la copertina stampata in pentacromia con l’oro, quanto per i contenuti!».

Così, con giusta soddisfazione, la redazione di ComicOut ricorda al globo terracqueo l’uscita in edicola del nr. 100 della sua ormai storica rivista.
scuola-di-fumetto-100Un numero (novembre/dicembre 2015, € 5,90) che dà volutamente spazio ad autori meno celebri di quella già sulla cresta dell’onda: infatti, «gli autori che presentiamo sono un manipolo esemplare dell’energia del fumetto contemporaneo. Sono tutti qui e ora. Disegnano, scrivono, fanno ricerca, fanno fumetto popolare, illustrano. Sono solo alcun, ovviamente, tra i segni che tracciano questi ultimi anni e che guardano il prossimo futuro del fumetto, in un momento di energia e rinnovamento. Vi stupite se mancano i Gipi, gli Zerocalcare, i Recchioni, i Sio, i LRNZ e molti altri?  Ne abbiamo già parlato. E di altri ancora ne parleremo.
Il fumetto vive uno dei suoi momenti migliori, lo affermiamo con questi nomi  dalle scelte stilistiche e narrative graffianti e personali: Lorena Canottiere, Stefano Piccoli, Lorenzo Ghetti, Alberto Pagliaro, Claudio Calia, Gigi Cavenago, Giovanni Di Gregorio e infine gli autori di Monster Allergy che oggi si rilancia, ma che è simbolo dei primi fumetti europei in cui cartoon e manga si sono riuniti per mano di grandi autori come Barbucci e Canepa, e con un’attenzione al mondo dell’infanzia, particolarmente sviluppata da Artibani e Centomo».

In conclusione, una promessa interessante per i lettori: «Fumetto oggi e domani, ma anche ieri, perché Scuola di Fumetto guarda lontano. Ci ritroverete pieni di stimoli nel 2016 con il numero 101 per un folgorante reboot».

Dalla Sbam-redazione sinceri complimenti a tutto lo staff di Scuola di Fumetto!

Post correlati