Ormai è cosa nota: l’universo Marvel che conosciamo è ai titoli di coda, le Guerre Segrete incombono e i vari serial stanno pian piano arrivando a conclusione: non sfugge alla regola Capitan Marvel, che si congeda dai lettori all’interno dell’undicesimo numero di Avengers Deluxe Presenta (ottobre 2015, brossurato, 112 pp, Panini Comics, € 5,30, ).

Capitan-MarvelLa collana USA dedicata a Carol Danvers, personaggio emblematico capace al contempo di memorabili imprese e cadute vertiginose (una su tutte, i problemi di alcoolismo), chiude dunque con un trittico di storie (tratte da Captain Marvel nn. 12, 13 e 15 – il numero 14 fa parte del crossover cosmico Black Vortex) di ottima fattura, che raggiungono il loro climax con l’ultimo numero, vero punto di svolta per il personaggio.
Per evitare spoiler non possiamo, ovviamente, rivelarvi nulla sulla trama: diciamo solo che si tratta del classico episodio di commiato, sia nei confronti dei lettori sia verso una persona molto cara all’eroina. Un episodio intenso e riflessivo, che ricorda una memorabile storia degli X-Men (Terzo Tributo), scritta da Peter David nei primi anni ‘90.

Un paragone azzardato, quello con una storia di P.D.? Forse, ma quel che è certo è che la sceneggiatrice Kelly Sue DeConnick (coadiuvata nei primi due episodi da Warren Ellis, mentre David López si è occupato dei disegni) si è rivelata essere un’ottima sorpresa: già un paio di anni fa (proprio sul primo numero di questa stessa collana) avevamo espresso nei suoi confronti pareri favorevoli, ed oggi possiamo solo confermare la bontà del suo lavoro. Le sue storie, anche nelle parti apparentemente più leggere, riescono comunque a tenere il lettore incollato alla pagina, senza annoiarlo. Non gridiamo al capolavoro, sia chiaro, ma invitiamo i lettori a non perderla di vista, con la speranza che il ciclone Secret Wars non ne intacchi l’operato.

A riempimento (… ehm, chiusura) del volume, due recuperi del recente passato dell’eroina, legati più o meno direttamente alle sue vicende attuali. Nella prima storia, tratta da Marvel Special: Storyteller (2009) assistiamo al ritorno de Il Narratore, adolescente in grado di mutare la realtà (un po’ come Scarlet) che ha avuto un ruolo chiave nella recentissima continuity di Capitan Marvel. Il racconto è firmato da Brian Reed (storia), Giuseppe Camuncoli (matite) e Lorenzo Ruggiero (chine).
A seguire un aneddoto: il primo appuntamento ufficiale tra Carol (alias, all’epoca, Miss Marvel) e Peter ‘Spidey’ Parker, tratto da Ms. Marvel 47 (2010): vediamo dunque i primi passi di una lieson destinata a spegnersi fin da subito a causa della totale incompatibilità tra i due eroi. Storia sempre di Brian Reed, disegni di Mike McCone, Rob Disalvo e Derec Donovan.

(Renato Giovanelli)