Fanno pure i filosofi: Nulla è per sempre è infatti il titolo dell’albo attualmente in edicola del Favoloso Quartetto, che ha pure per occhiello l’inquietante La fine dei Fantastici Quattro

Sì, sì, lo sappiamo, che la più storica delle storiche serie marvelliane abbia sbaraccato è fatto ben noto, così come è pure probabile che il film non-Marvel abbia sonoramente giocato a favore della decisione.
Però… Però, ebbene sì, vedere questi ultimi albi sui nostri scaffali, nella nostra lingua, per una serie che pure qui in Italia è storica – sia pure nelle molteplici versioni che l’hanno caratterizzata dalla Corno in poi – fa un gran brutto effetto!

Fantastici4_373E poi, che cavolo, almeno li facessero saltare in aria tutti insieme gli FQ, un colpo secco, e poi tutti lì a piangere, e dire che peccato, erano così bravi, così belli e così buoni…
Invece no, li fanno finire un po’ per volta, piano piano, i sadici editor, che manco l’Uomo Talpa
Così, è arrivato il misterioso, cattivissimo John Eden che si è messo in fila con i tanti altri cervelloni invidiosi di Reed Richards che è più cervellone di loro e quindi sono arrabbiatissimi con lui, e gliene combina di ogni. Johnny Storm (che per altro era già morto abbastanza di recente) ha perso i poteri. La sempre amabile Cosa dagli occhi blu è finito addirittura in galera, adesso è uscito, ma di umore nero. E pure la Donna Invisibile è abbastanza incaxxata col mondo per tutti questi avvenimenti, così da prendere a botte pure Capifalcon America e gli altri Vendicatori, equivocando sulle loro intenzioni. Dimenticavamo: via i bambini di Fondazione Futuro, la famiglia Richards pare non essere più troppo affidabile come asilo Mariuccia… Anche se forse sembrano proprio i bambini medesimi quelli con le idee più chiare.

Comunque sia, questo albo nr. 13 – ovvero il 373° (!) della testata, che non a caso definivamo storica (novembre 2015, Panini Comics, € 2,90) – è quello che comincia ufficialmente la discesa agli inferi del Quartetto, che culminerà a dicembre con l’albo speciale che sancirà il the end.
Che fine faranno gli eroici Quattro e i loro discendenti? Le voci si susseguono da un bel po’, ma comunque Secret Wars incombe, non resta che aspettare…

James Robinson scrive con maestria, Leonard Kirk lo segue degnamente con i pennelli, Karl Kesel inchiostra e Jesus Aburtov colora.

In appendice – di Dan Slott e Michael Allred – c’è pure il sempiterno Silver Surfer che si strugge d’amor, mentre il cupo Galactus si strugge pure lui, ma dalla fame (tanto per cambiare). Però ci perdonerete se tutto questo passa decisamente in secondo piano.
Sigh.

(Domenico Marinelli)