Come ogni anno, Lucca Comics avrà al suo centro anche una serie di mostre di sicuro interesse fumettistico, visitabili in date più ampie di quelle delle giornate di fiera.

La grande esposizione dedicata a Mister No, ad esempio, sarà aperta fino al 28 novembre. In un duplice percorso espositivo, i visitatori potranno seguire in parallelo le vicende di Sergio Bonelli e del suo Jerry Drake (cioè proprio Mister No, per quei pochi alieni che non lo sapessero), «e in particolare si sofferma su ciò che entrambi, personaggio e autore, hanno in comune: l’amore per il viaggio e l’avventura, il Sud America e specialmente l’Amazzonia, uno sguardo sul mondo che unisce curiosità, disincanto e ironia», spiega la presentazione. In mostra tavole originali e oggetti recuperati da Sergio Bonelli nel corso dei suoi viaggi.
Il tutto presso il Museo Nazionale di Palazzo Mansi (via Galli Tassi 43), dal 29 ottobre al 28 novembre, ingresso gratuito.

È stata inaugurata il 18 ottobre, invece, la mostra dedicata a un altro classico delle Nuvole Parlanti: le Sturmtruppen di Bonvi. L’occasione è data dal lancio di una nuova serie di albi da parte di Mondadori Comics, per ricordare il ventesimo anniversario della scomparsa del maestro modenese. Possiamo vedere (con ingresso libero) le sue strisce originali esposte al Palazzo Ducale di Lucca fino al 1 novembre.

L’Orlando curioso è una collettiva aperta già dal 18 settembre scorso e fino al 1° novembre alla Fortezza di Mont’Alfonso a Castelnuovo di Garfagnana: materiale vario relativo al poema di Ludovico Ariosto, da molti ritenuto il primo fantasy della storia, e soprattutto le tavole di Paolo Barbieri, Dany Orizio, Lucio Parrillo e Luca Zontini, ovvero i One4All. Sempre a ingresso libero.

Tuoneide-INTERNADoveroso poi seguire «Tuono Pettinato nella splendida cornice di Palazzo Ducale mentre ci racconta e si racconta in una meta-mostra di fumetti a fumetti che accompagnano alcune delle sue tavole più iconiche, dal caustico Corpicino al sensibile Nevermind, in cerca della risposta alla domanda più importante di tutte: perché fare fumetti?». Tuoneide, Dal 17 ottobre al 1° novembre, Palazzo Ducale.

Inoltre:

Latitudini infinite: personale del pittore e calligrafo Stefano Faravelli, dal 29 ottobre al 7 novembre 2015, presso la Fondazione Banca del Monte, Lucca.

L’arte onirica di Tony Sandoval: opere del maestro fumettista messicano, al Palazzo Ducale, dal 17 ottobre all’1 novembre.

Jan Karski . Reporter dall’inferno: il fumetto, ottimo esempio di graphic journalism di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, esposto dal 29 ottobre al 7 novembre 2015 alla Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Emanuele Luzzati. L’ebraismo in fiaba: «È ormai molto nota in Italia e all’estero l’attività artistica di Emanuele Luzzati, nella sua carriera di illustratore, cineasta e scenografo per il teatro di prosa, opera lirica e balletto. L’opera di Luzzati è legata anche ai temi dell’ebraismo, tanto che nella sua variegata produzione ha saputo trasferire la sua radice culturale ebraica sia nell’illustrazione, che nel teatro e nel cinema d’animazione». Presso il Palazzo Ducale, dal 17 ottobre all’1 novembre.

Richard McGuire: il Tempo, lo Spazio, l’Uomo: «Illustratore, fumettista, pittore, animatore, musicista, creatore di giochi e giocattoli d’autore, Richard McGuire è una delle personalità più eclettiche attualmente attive nel panorama delle arti grafiche americane». Palazzo Ducale, dal 17 ottobre al 1° novembre.