Oggi – 12 agosto 2015 – è il giorno dell’uscita nelle sale italiane di Ant-Man, il nuovo cine-comics marvelliano (che la Sbam-redazione vi ha presentato con largherrimo anticipo) che – con l’avvento del più piccolo eroe di tutti i tempi– chiude la seconda era del suo universo cinematografico.
E allora oggi vi presentiamo anche il primo albo della nuova serie da edicola di Panini Comics, dedicata proprio all’alter ego di Scott Lang, in vendita da qualche giorno. Con una trama e un disegno chiaramente ispirati alla pellicola, così da chiudere il percorso fumetto/cinema andata/ritorno.

sbam-AntMan-1Una storia che tiene sullo sfondo i drammi interiori di un uomo tormentato, Scott Lang, appunto, e il suo difficile rapporto con la figlia adolescente (e con se stesso), mantenendo un tono comunque umoristico e leggero. Un eroe sì, ma talmente goffo e pasticcione da indurre al sorriso, in una rivisitazione soft dell’antico tema del super-eroe con super-problemi, come già fatto per Deadpool, ad esempio, e prima ancora per She-Hulk.

In fondo all’albo si intravvede una parvenza di lieto fine (col pittoresco recupero di un vecchio cattivo di serie B, pittoresco pure lui, come Grizzly), che pure lascia sul terreno una vittima illustre: il sistema nervoso di Iron Man!

Tutto questo su Ant-Man nr. 1 (collana Marvel Heroes 1, agosto 2015, Panini Comics, € 3,00), scritto da Nick Spencer e sobriamente disegnato da Ramon Rosadas.

Vi lasciamo alla visione cinematografica e alla lettura dell’albo, nell’ordine che preferite.

(Matteo Giuli)