L’attesa di Secret Wars, e delle conseguenti rivoluzioni che colpiranno il Marvel Universe, ha reso decisamente meno interessanti le maxi saghe che si susseguono nel frattempo. Così, archiviata da poco Original Sin, con le conseguenze che hanno colpito in modo particolarmente appariscente Thor e il Soldato d’Inverno, ecco il primo albo di Axis, ovvero, l’annunciatissimo ritorno di Onslaught.

AXIS-1-PaniniNella saga ormai classica degli anni Novanta, Onslaught era un “essere di pura energia psionica” nato dall’unione dei poteri di Charles Xavier e di Magneto, come dire qualcosa di assolutamente invincibile. Tanto è vero che nella battaglia la pressocché totalità degli eroi Marvel ci rimise le penne. Strategicamente, Panini Comics sta ristampando l’intera vicenda in una serie di volumi (di cui parlavamo qui), così da permetterci di mettere a confronto la vecchia e la nuova versione del mostro.

Ed eccola qui, la nuova versione: è ancora il potentissimo cervello di Xavier alla base di tutto, ma questa volta il controllo del potere mutante del defunto Professor X è nelle mani (anzi, nella capoccia) del Teschio Rosso, che ha trafugato il cervello medesimo (bleah!) dalla salma. Il risultato è un essere in grado di diffondere telepaticamente l’odio tra le persone, spingendole a combattersi tra di loro. Così, “improvvisamente”, Hulk torna a incavolarsi di brutto per le responsabilità di Iron Man nella sua gamma-trasformazione, Capitan America (cioè Falcon) se la prende con la Visione, e altri si ricordano delle passate colpe di Scarlet
A comprendere per primo l’identità della misteriosa minaccia è Steve Rogers, invecchiato sì, ma mai domo, oltre che nemesi storica da sempre del nazistaccio con la faccia da scheletro, ovvero «L’unica persona così carica d’odio e con il potere per diffonderlo…».

Per contrastare Red Onslaught (così si chiama) e il suo progetto di creare sull’intero pianeta il “Reich eterno”, bisogna lanciare oltre l’ostacolo tutto quello che si ha. Vediamo così coalizzarsi i Vendicatori e gli X-Men, nelle molteplici rispettive formazioni, ma anche una variopinta comitiva di personaggi– agli ordini di Magneto – che mai ti aspetteresti dalla parte “giusta”…

Tutto questo sul primo albo (di 4) di Axis (Marvel Miniserie 157, 64 pp a colori, maggio 2015, € 3,30), serie portante della saga che ha anche ampie ramificazioni su quasi tutte le collane regolari marvelliane.
Scritti da Rick Remender, i primi episodi sono affidati alle capaci matite di Adam Kubert e ai colori di Laura Martin e Matt Milla.

(Domenico Marinelli)