super_g_3_2015Tornano su Super G di maggio (anno 3, nr. 5, San Paolo Periodici, € 3,90, acquistabile per abbonamento dal sito dell’editore), i ragazzi della banda londinese I Quattro di Baker Street. Un nuovo avvincente episodio per gli  irregolari “assitenti” di Sherlock Holmes che, dopo Il caso della tenda blu e Il dossier Rabukine, si troveranno coinvolti in un’altra vicenda di soprusi e prevaricazione, situazioni assai frequenti – secondo la tradizione letteraria di quel periodo – nella vita dei sobborghi dell’Est End londinese di fine Ottocento. Ma il bene vincerà anche questa volta, merito dell’intuito e dello spirito solidale di Tom, Billy e Charlie (e del gatto Watson), uniti e abilissimi a risolvere il caso. Ne L’usignolo di Stepney, la giovane cantante miss Corbett sarà vittima dei piani criminali di Sykes e Bloody Percy. Con lei, il padre, entrambi soggetti alle azioni scellerate dei due malfattori, che si avvalgono della connivenza del temibile sir Charles – zio del nobile rampollo Neville – pronto a tutto per ostacolare il giovane nipote e impedire il suo amore per la ragazza.  L’amicizia di Neville con la banda di Baker Street sarà provvidenziale e, dopo le solite acrobatiche scazzottate, i giovani riusciranno a inanellare il meritato successo con il plauso di Sherlock Holmes.
La storia, in 54 tavole, è opera di autori di francesi: gli sceneggiatori Jean-Blaise Djian e Olivier Legrand e il disegnatore David Etien.

Nello stesso numero, nella sezione Le Storie sono la nostra storia, è pubblicato un episodio di Agenzia Scacciamostri di Marcello Toninelli, fumetto che fu ospite sulle pagine de il Giornalino negli Anni ’90.  Sono raccontate le imprese del professor Theo Van Der Groot, scienziato olandese e del suo inseparabile Pico, topo extra-terrestre di umane fattezze, dalla prodigiosa memoria e cultura. Alla ricerca di varchi tra i mondi, i due protagonisti dell’Agenzia rappresentano un sodalizio dove l’incontro con il diverso, anche nemico, è sempre affrontato con la volontà di comprensione, questo non senza un traduttore universale in loro possesso, strumento necessario per comunicare con gli alieni.

In parallelo, Periodici San Paolo esce anche con il nuovo nr. 21 de il Giornalino (24 maggio 2015, € 2,30).

giornalino_21_2015«Vi supplico, vi prego, vi ordino in nome di Dio: finisca la repressione!», le parole e la denuncia di Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador, ucciso nel 1980 da un sicario del partito nazionalista mentre officiava la messa. Riconosciuto martire da papa Francesco, sarà beatificato sabato 23 maggio 2015.
Per l’occasione, il Giornalino ha realizzato un fumetto che racconta la formazione e la vocazione del religioso nel momento particolare della sua infanzia: la passione per la musica, la lettura, l’incontro con il vescovo di San Miguel che gli cambiò per sempre la vita. E ancora: l’attenzione e l’aiuto concreto ai poveri, la partecipazione attiva alla denuncia contro il regime militare, azioni che gli costarono la vita.
Con i testi di Ottavio De Angelis e i disegni di Francesco Frosi, la biografia di Romero si inserisce nella serie Piccoli grandi uomini, la sezione a fumetti che il settimanale propone raccontando la vita (a partire dall’infanzia) di uomini illustri, persone che hanno un volto nella Storia perché uniche e speciali. Ognuna con un tratto caratteristico spesso emerso durante l’infanzia, per caso o per necessità, grazie ad avventure, episodi o esperienze che ne hanno segnato in qualche modo  il glorioso destino. Dal 2011, tanti i personaggi raccontati: ricordiamo, tra gli altri, Charlot, Enzo Ferrari, Primo Carnera, Marie Curie, Harry Houdini, Marco Polo e Antoine de Saint-Exupéry.

(dai comunicati stampa dell’editore)