54.ma Mostra Mercato di Reggio Emilia – sabato 23 maggio 2015 – Padiglione C Fiera di Reggio Emilia, via Filangieri 15 – Orario: 9.00-18.00 – Ingresso: € 8,00 (ridotto € 6,00), biglietto unico che comprende anche la Fiera della Birra Artigianale e la Fiera dell’Elettronica

Per quale motivo, ogni sei mesi circa, i collezionisti di fumetti da tutta Italia calano in massa su Reggio Emilia? La risposta è semplice, perché Reggio è sede, da oltre 25 anni, della più grande mostra del fumetto da collezione d’Italia, un momento d’incontro (ormai raro, se non quasi unico) di domanda e offerta di piccoli tesori, preziosi per ognuno in modo diverso, a seconda anche del significato e dei ricordi, delle emozioni che essi suscitano in tutti gli amanti, giovani o vecchi che siano, anagraficamente o di esperienza collezionistica, di quella che Hugo Pratt chiamava letteratura disegnata.

Uno di questi due favolosi appuntamenti annuali si avvicina a grandi passi: la 54aedizione della Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia si terrà infatti il prossimo sabato 23 maggio 2015, in giornata unica, dalle ore 9 alle ore 18.

Mano-libera-FumettoOrganizzata come di consueto dall’Anafi (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) e dall’Arci di Reggio Emilia presso il Padiglione C dellaFiera di Reggio Emilia, in via Filangieri 15, la mostra reggiana è nota per essere il paradiso per tutti coloro che amano, leggono e scambiano il fumetto da collezione, il cosiddetto “fumetto antiquario”. Qui si possono trovare albi, volumi, riviste, testate che non si trovano da nessuna altra parte, grazie alla compresenza di oltre 120 fra espositori e collezionisti privati, con numerose case editrici amatoriali che stampano, o ristampano, le avventure degli eroi popolari negli anni ’40, ’50 e ’60, anche se non mancano, naturalmente, gli eroi di carta più recenti. Da Tex a Zagor, da Capitan Miki a Blek Macigno, da Alan Ford a Diabolik, da Martin Mystére a Dylan Dog, ogni appassionato potrà certamente scovare le avventure dei propri eroi preferiti.
Ma fra gli oltre 400 stand allestiti non mancheranno il fenomeno degli ultimi anni, ovvero il graphic novel (termine americano che potremmo tradurre come “romanzo a fumetti”), le case editrici di nicchia che editano o rieditano il fumetto franco-belga (come ReNoir, Nona Arte, Cosmo, 001/Nova Express…) e beninteso si troveranno anche i supereroi made in USA, le action figures, i manga giapponesi e ancora gli album di figurine dei calciatori, i manifesti cinematografici, le cartoline…

Un vero pianeta di carta. Eh, sì, perché anche se nel nostro mondo globalizzato impazzano smartphonekindle e tablet, e pertanto anche l’editoria dei fumetti cerca di corrispondervi mutuando versioni elettroniche e virtuali delle storie più recenti, il vero appassionato di fumetti resta sempre affezionato al supporto cartaceo, da ricercare, toccare, annusare, coccolare e poi conservare fra le cose più preziose.

GLI OSPITI
Come è consuetudine ormai da diversi anni a questa parte, la mattinata vedrà protagonisti tre autori italiani di fumetti; saranno infatti presenti, e disponibili dalle ore 10,30 a firmare disegni e schizzi, in rigoroso ordine alfabetico: Matteo Buffagni (giovane astro nascente nel firmamento diaboliko, insignito nel 2014 del Premio Albertarelli) e Fabio Celoni (talentuoso autore che si divide fra il segno umoristico Disney e quello realistico di casa Bonelli, in particolare con Dylan Dog).

donald_duck_anafiLA MOSTRA
La mostra tematica allestita in questa occasione è dedicata a Rino Albertarelli (1908-1974), uno dei padri del fumetto italiano; si tratta di un itinerario nelle opere del grande maestro cesenate, dagli esordi professionali col Cartoccino dei Piccoli nei primi anni Trenta fino alla serie western I protagonisti, interrotta dalla scomparsa dell’artista nel 1974. Dopo il Convegno a lui dedicato nello scorso dicembre 2014, questa mostra fa da corollario alla presentazione del volume Rino Albertarelli. Maestria e versatilità di un talento innato. la prima e unica monografia dedicata ad Albert (così si firmava molto spesso).

L’ANAFI
Come sempre in questa occasione, l’Anafi presenta ai soci la nuova uscita, il numero 94, del suo trimestrale Fumetto, la rivista di critica più longeva del settore fumettistico, indispensabile strumento di informazione e consultazione per gli appassionati e i collezionisti ma anche per gli studiosi cui interessa approfondire gli aspetti storico-filologici dei fumetti. Assieme al nuovo numero della rivista, l’associazione presenta anche il secondo dei volumi originali che come ogni anno riserva ai soci; dopo il volume El Cacique Blanco (un inedito del duo Alberto Ongaro-Hugo Pratt, fino a poco fa pubblicato solo in Argentina negli anni ’50), ecco arrivare un volume con due annate inedite complete (1951-52) delle strisce di Donald Duck firmate dallo strepitoso Al Taliaferro, vera chicca per tutti gli appassionati di fumetti Disney. Arrivano poi le nuove uscite della collana Inedistrips giunta al terzo lotto della nuova serie, con tre fascicoli di ConnieScorchy Smith Flamingo.

(Estratto dal comunicato stampa)