Pietro Vanessi – Tullio Boi – Aa.Vv, Disabill Kill, 10 x 15 cm, 104 pp a colori, € 16,00 (prezzo lancio € 13,00 fino a fine promozione)

Disabill-KillUna sorta di “dizionario semi-serio” dalla A alla Z sul mondo della disabilità vista da un’angolazione insolita, , dalla A di autismo alla Z di zavorra.
Un progetto nato tramite un crowdfunding che ha portato alla realizzazione di un volume di vignette, opera di Pietro Vanessi, autore che noi di Sbam! abbiamo ben conosciuto tempo fa, e di Tullio Boi, ex ingegnere e vignettista a sua volta, e da tredici anni disabile, così da poter dire che si può sorridere della disabilità e nella disabilità. «Far riflettere e al contempo far sorridere un pubblico che comprende anche le persone portatrici di handicap non è certo facile: io ci provo, col personaggio delle mie vignette, una mucca nera e bianca in carrozzina», ha raccontato proprio Boi in una intervista a Contact Blog.

I due autori sono stati affiancati da un nutrito gruppo di altre firme che ha voluto dare il suo contributo al volume. In ordine alfabetico, si tratta di: Allegra, Biani, Bertelli, Bozzetto, Campagna, Careddu, Corvi, Darix, Frago, Gava, Gianfalco, Laurenzi, Lupini, Mangosi, Magnasciutti, Maramotti, Nardi, Passepartout, Rasori, Romaniello, Sam, Scalia, Sommacal, Stivali, Tauro, Totaro, Trucco, Uber, Uva e Vincino… e con la prefazione illustrata di Sergio Staino.

vanessi-vignetta-killTra gli interventi, anche quelli di Sandrino Porru (campione delle Paralimpiadi ’88), Stefano Borgato (FISH), Roberta Amadeo (AISM), Fulvio De Nigris (Amici di Luca), Marco Granata (Peter Pan), Alida Castagna (scrittrice) e Maurizio Torrealta (Giornalista RAI).

Il 50% del ricavato (al netto di spese di stampa e promozione nelle vari città) servirà a finanziare un progetto culturale promosso dall’Associazione FISH, Federazione Italiana Superamento Handicap, che ne disporrà per promuovere e incentivare iniziative culturali o sociali a favore delle persone coinvolte nella disabilità.

Il libro è richiedibile alla mail disabillkill@gmail.com mentre da QUI se ne può scaricare un estratto.