Riceviamo e – mestamente – pubblichiamo questo comunicato, con cui l’organizzazione di Narnia Fumetto, la manifestazione fumettistica di Narni (TR), annuncia la chiusura dell’iniziativa.

addio-narnia-fumetto«È con estremo rammarico, che dobbiamo ufficializzare la fine dell’esperienza di Narnia Fumetto.
Abbiamo iniziato nel 2006, con tante idee, speranze, e con la volontà di fare qualcosa di importante. Nel giro di qualche anno ci siamo riusciti, e quindi abbiamo continuato con la ferma convinzione di non svendere quello che eravamo, il “bello della provincia” come ci descrisse qualcuno.

E non lo abbiamo fatto: la manifestazione è sempre cresciuta, e non abbiamo mai tradito lo spirito degli inizi, cercando di rispondere positivamente alla fiducia degli espositori, degli autori, del pubblico e dei molti addetti ai lavori che parlavano bene di tutti.

Dal 2006 al 2013 abbiamo messo in piedi otto edizioni, con difficoltà, momenti davvero critici, ma con tanta soddisfazione, e la convinzione di aver lasciato qualcosa.
E sicuramente, l’abbiamo fatto: il nostro ultimo atto è stata la beneficenza dell’edizione 2014, quella che non c’è stata.
Narnia Fumetto, non è andata in onda, lo scorso anno, ma abbiamo ugualmente raccolto ben milletrecento euro per i reparti pediatrici degli ospedali di Terni e Narni: poca cosa rispetto a quanto fatto negli anni precedenti. Tanto, se si pensa che, questa beneficenza neanche si doveva fare.

Narnia Fumetto se ne va, senza debiti, e non è poco, ma lasciando buoni ricordi e qualche appassionato in più, che oggi non è cosa da nulla.

Grazie a tutti quelli che hanno fatto grande Narnia Fumetto: dal pubblico agli espositori, dagli addetti ai lavori agli autori. Grazie, soprattutto, allo staff, a tutti coloro – tanti! – che ci hanno lavorato negli anni, e che ora magari sono in giro per il mondo.
Grazie a Massimiliano Frezzato, un genio assoluto, e non solo del fumetto, che ha realizzato la locandina per l’edizione 2014, che avremmo utilizzato volentieri quest’anno.
E grazie al comune di Narni, che ci ha dato la possibilità di farla per ben otto anni.»

Francesco Settembre,
presidente associazione culturale Amici Miei.

Post correlati