Topolino-3094Neanche il tempo di parcheggiare l’Enterprise di Star Top, e riecco Topolino e soci a vestire di nuovo panni altrui. Come annunciato già da qualche tempo, è infatti finalmente in edicola la nuova parodia disneyana che questa volta ha come bersaglio un certo Indagatore dell’Incubo (Topolino nr. 3094, data di cover 17 marzo 2015, Panini Comics, € 2,50)…
Una parodia a doppia valenza: dei personaggi, certamente, ma anche di una storia particolare di Dylan Dog, anzi, “la” storia di Dylan Dog, quel numero 1 della serie ideata da Tiziano Sclavi che alla sua uscita, nel 1986, segnò una rivoluzione del fumetto italico.
L’alba dei topi invadenti riprende infatti – già dal titolo – la trama di L’alba dei morti viventi, sostituendo (siamo pur sempre su Topolino…) gli zombie putrefatti e fetentissimi con degli individui (comunque pericolosissimi) dal modo di fare palloso quant’altri mai.
Eppure, sia Dylan Top che Pippo/Groucho (il personaggio secondo noi più riuscito) sanno cavarsela benissimo, così da risolvere il pauroso caso per cui sono stati assunti da una terrorizzata Minni

Sia la lista dei personaggi che la trama di questa storia riservano parecchie altre sorprese (l’esclamazione ricorrente del protagonista è “Gamba ballerino“, il galeone è sostituito da un puzzle col battello di Steamboat Willie, c’è perfino Pellizza da Volpedo a richiamare il tradizionale frontespizio degli albi dylaniati, e molto molto altro…), che i cultori di Dylan Dog potranno divertirsi a scovare tra i balloon.

dylan-top-albaPer realizzare l’episodio, Casa Panini ha messo in campo una squadra di tutto rispetto, a cominciare da Tiziano Sclavi in persona, ideatore del progetto, per proseguire con il soggetto di Roberto Recchioni (curatore della testata dell’Indagatore, ma non c’era bisogno di specificarlo, vero?), la sceneggiatura di Tito Faraci (un altro che si trova da sempre perfettamente a suo agio sia a Topolinia che in Craven Road) e i disegni di Paolo Mottura (non certo nuovo alle parodie storiche).
Un nuovo incontro tra le due Case editrici più importanti del panorama delle Nuvolette italiane, dopo quello di qualche tempo fa dedicato a Tex.

Ma possiamo parlare di “parodia doppia” anche in un altro senso: sullo stesso numero del Topo, trovate infatti anche la versione disneyzzata de L’Isola del Tesoro, di Teresa Radice (testi) e Stefano Turconi (disegni)! Anche questo è un gran bel leggere, che però rischia di finire eclissato – senza assolutamente meritarlo – dal più roboante titolo della storia dylaniata. Per fortuna (almeno) Jim Topkins si è preso l’onore della copertina dell’albo, relegando Dylan Top sulla cover variant, realizzata per Cartoomics e disponibile solo in fumetteria…

(Matteo Giuli)