Se ne parla da qualche giorno. Il Tirreno ha pubblicato la notizia secondo cui Lucca Comics, dal 2016, avrà una doppia edizione: quella tradizionale, tra fine ottobre e inizio novembre, e un’altra in primavera, dedicata al collezionismo a fumetti. E quest’ultima – stando al quotidiano toscano – dovrebbe inglobare una delle due esibizioni annuali della Mostra-Mercato del Fumetto di Reggio Emilia, da lustri “specialista” del settore collezionistico stesso.
Ormai da anni, infatti, Lucca ha perso il pubblico dei collezionisti di fumetti, annichiliti dall’invasione del Games: una iniziativa in questo senso sarebbe quindi benemerita.

reggio_emiliaDa Reggio Emilia, però, hanno subito fatto sapere che questa nuova manifestazione NON sostituirà la kermesse emiliana, che manterrà la sua doppia edizione, quella di maggio come quella di fine anno. «Al fine di tranquillizzare soci, appassionati, collezionisti ed espositori, diversi dei quali hanno già chiamato per sapere», ha scritto sul sito dell’Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione, organizzatrice di Reggio, il direttore Paolo Gallinari, «l’Anafi precisa in merito quanto segue. Da un paio d’anni stiamo progettando di riportare in quel di Lucca i collezionisti di fumetti che da tempo non partecipano più a Lucca Comics & Games – che ha ormai imboccato (con un successo di pubblico travolgente) una strada diversa da quella delle origini – attraverso una nuova manifestazione, indicativamente prevista per marzo 2016 o comunque per il prossimo futuro, copromossa da LC&G e dall’Anafi; ma questa manifestazione (se e quando vedrà la luce) non ingloberà la Mostra del Fumetto di Reggio, edizione primaverile, che si svolge solitamente a fine maggio e che ospita, oltre alla consueta Mostra mercato, anche le premiazioni dei Referendum Anafi».

L’equivoco pare sia nato da una errata interpretazione di una dichiarazione di Renato Genovese, direttore di Lucca Comics.
Ma la sostanza, cioè quella che più interessa gli appassionati della Nona Arte, è che dal 2016 dovremmo quindi avere sempre le due edizioni di Reggio Emilia e la “solita” Lucca, ma stavolta affiancate da una nuova manifestazione marzolina in terra toscana.
Staremo a vedere.