LOCANDINA-NATHAN-NEVER-A-TARANTOEmanuele Boccanfuso, giovane disegnatore tarantino in forza alla storica casa editrice Bonelli, torna nella sua città natale per festeggiare con una mostra personale l’esordio nella serie regolare di Nathan Never.
Domenica 28 dicembre alle 18.30, presso la Libreria UBIK di Taranto, si inaugura la mostra Nathan Never a Taranto, nella quale sarà proposta una selezione di tavole originali dell’albo numero 283 di Nathan Never, intitolato Gli uomini del Presidente e disegnato da Emanuele Boccanfuso.
L’evento è in collaborazione con l’Associazione culturale LABO Fumetto e con Grafite, la Scuola Pugliese di Grafica e Fumetto.
Nel corso dell’inaugurazione, l’autore firmerà gli albi (acquistabili in edicola a partire dal 18 dicembre) e racconterà la sua carriera, svelando curiosità e aneddoti.
Inoltre, sarà disponibile una serie di 50 stampe numerate dell’illustrazione disegnata da Boccanfuso appositamente per l’evento, raffigurante il celebre eroe bonelliano Nathan Never davanti alla Chiesa di San Domenico, in Taranto vecchia.
Coordina l’incontro Mara Venuto, scrittrice e sceneggiatrice dell’Associazione di creativi LABO.
Contributo critico e tecnico a cura di Gian Marco De Francisco, autore di graphic novel impegnati e coordinatore regionale di Grafite, la Scuola Pugliese di Grafica e Fumetto.
L’inaugurazione della mostra Nathan Never a Taranto è prevista per domenica 28 dicembre alle 18.30, nel salone degli eventi della libreria UBIK, in via Di Palma 69 a Taranto. Le tavole saranno esposte fino al 30 dicembre negli orari di apertura della libreria. L’evento è aperto al pubblico, con ingresso libero.

Tarantino, classe 1981, Emanuele Boccanfuso ha lasciato presto la sua città natale, alla quale è molto legato, per cercare di dare frutto al suo talento. «La decisione di fare il disegnatore l’ho presa alle medie. Una decisione da pazzi, la definisco oggi!» dichiara sorridendo. «Dopo il diploma al Liceo Artistico Lisippo mi sono trasferito a Milano dove ho frequentato la Scuola del Fumetto. Durante il percorso di studi ho cominciato con le prime collaborazioni, ma erano saltuarie e per mantenermi lavoravo in un call center o realizzavo storyboard per alcune agenzie pubblicitarie. Il mio obiettivo restava la Bonelli, così, approfittando del fatto di vivere a Milano, mi presentavo regolarmente in redazione per portare i miei nuovi lavori all’editor Glauco Guardigli, attuale caporedattore di Nathan Never. In Bonelli conservano un archivio di chi si propone e, nel 2010, quando sono maturato, ho finalmente avuto il primo lavoro».
Boccanfuso ha esordito nel 2013 nella serie spin-off di Nathan Never, Agenzia Alfa e, nel 2014, ha disegnato il suo primo albo per la serie regolare.

(comunicato stampa)